×

Il caporedattore Rai Fabio Sanfilippo: “Salvini, tempo sei mesi e ti spari”

L'attacco del giornalista: "Spacci la disfatta per vittoria, mi fai tenerezza. Non sai fare niente, perderai anche la Lega".

Salvini fabio sanfilippo
Salvini fabio sanfilippo

Sono bastate poche righe pubblicate su Facebook per chiedere l’apertura di un’indagine da parte della Commissione di Vigilanza Rai. Il caporedattore di Radio 1 Fabio Sanfilippo si è rivolto al leader della Lega Matteo Salvini chiamandolo “nemico mio” e aggiungendo: “Tempo sei mesi e ti spari“. Il deputato del Carroccio Massimiliano Capitanio annuncia: “Abbiamo appena presentato un quesito in commissione parlamentare di Vigilanza per la verifica dei contenuti di questo post”.

Fabio Sanfilippo attacca Salvini

Si apre con “caro Matteo Salvini” e si chiude con un “in bocca al lupo”, ma il post di Fabio Sanfilippo ha ben poco di amichevole. Del resto, il caporedattore Rai è stato “un leale avversario fin dagli albori” e non ha paura di firmare “questa missiva aperta, nemico mio”.

Sanfilippo è certo di aver ben interpretato il comportamento del leader della Lega, che fa “finta di niente” davanti alla sconfitta e, anzi, “spacci la disfatta per vittoria. Certo, vedere certi post e certe dirette mi fa tenerezza, tipo che vorrei mettere i croccantini o la mousse, se preferisci l’umido.

Ma temo sia il tuo guru dei social che ti fa fare queste pessime performance, cacciamolo”. La presunta amarezza lascia ben presto il posto alla felicità palese perché “ti sei impiccato da solo, questo è evidente. Ora perderai almeno il 20/25% dei consensi che ti accreditano i sondaggi, lo sai? E che fai? Non hai un lavoro, non sai fare niente, non hai un seggio da parlamentare europeo, hai perso il posto da ministro. Certo, stai in Parlamento, ma con la vita che ti eri abituato a fare tempo sei mesi ti spari nemico mio…
Penso che perderai pure la segreteria della Lega Nord o come si chiama”.

Il caporedattore passa poi a commentare l’influenza di Salvini sulle nuove generazioni: “Quello che non ti perdonerò è di avere plagiato la mente di due miei nipoti, con i miei figli non ci sei riuscito, ca**o. Ma li recupero, fidati. Mi dispiace per tua figlia, ma avrà tempo per riprendersi, basta farla seguire da persone qualificate“.

Lega: “Prenderemo provvedimenti”

Le parole di Fabio Sanfilippo contro Matteo Salvini costituiscono “un’offesa molto grave, ben oltre la libertà di espressione e di critica“, commenta il deputato leghista Capitanio.

“Se poi a scrivere certe nefandezze è un giornalista del servizio pubblico radio-televisivo nei confronti di un ministro e parlamentare della Repubblica e, cosa ancor più riprovevole, della sua famiglia, la questione assume contorni più inquietanti. Chiediamo dunque alla Rai quali provvedimenti intende assumere. Se Sanfilippo fosse in servizio nel momento in cui ha pubblicato questo post a dir poco vergognoso e cosa intenda fare per regolare una volta per tutte l’uso dei social network da parte dei propri dipendenti”.

La replica di Sanfilippo

Il caporedattore ha risposto all’annuncio di Capitanio e agli attacchi degli elettori leghisti con un secondo post. Pubblicando un messaggio in cui un sostenitore di Salvini lo definisce “sporco parassita”, Sanfilippo scrive: “Questo orfano, immagino, dell’ex ministro dell’Interno pensa di intimorirmi. Ho sempre mangiato del mio lavoro e continuerò a farlo, stai sereno. Sarebbe un privilegio andare sulle navi delle Ong a per salvare vite umane, ma lo farei gratis.

Il turpiloquio te lo riservo in privato, cialtrone“.


Classe 1994, nata e cresciuta in provincia di Monza e Brianza. Dopo il diploma di liceo classico mi sono laureata a pieni voti in "Lettere moderne" presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Ho conseguito la laurea magistrale in "Lettere moderne", con 110 e lode, presso l’Università degli Studi di Milano. Durante il mio percorso accademico, mi sono avvicinata al mondo del giornalismo attraverso il team di Notizie.it. Ho collaborato con la rivista cartacea Viaggiare con gusto per la pubblicazione dell’articolo Viaggio in Puglia, nell’aprile 2019.


Contatti:

Contatti:
Lisa Pendezza

Classe 1994, nata e cresciuta in provincia di Monza e Brianza. Dopo il diploma di liceo classico mi sono laureata a pieni voti in "Lettere moderne" presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Ho conseguito la laurea magistrale in "Lettere moderne", con 110 e lode, presso l’Università degli Studi di Milano. Durante il mio percorso accademico, mi sono avvicinata al mondo del giornalismo attraverso il team di Notizie.it. Ho collaborato con la rivista cartacea Viaggiare con gusto per la pubblicazione dell’articolo Viaggio in Puglia, nell’aprile 2019.

Leggi anche