> > Fondi russi alla Lega: la foto dell'accordo sul cellulare di Savoini

Fondi russi alla Lega: la foto dell'accordo sul cellulare di Savoini

fondi russi lega foto accordo

Salvini commenta: "Non è una cosa seria, possono pubblicare tutti i disegnini che vogliono".

Nuovi dettagli emergono nell’indagine sul cosiddetto Russiagate, lo scandalo emerso dopo le rivelazioni di Buzzfeed relative all’incontro all’hotel Metropol di Mosca. La Procura di Milano è entrata in possesso di una foto dell’accordo sui presunti fondi russi alla Lega. L’immagine è stata rinvenuta nei cellulari di Gianluca Savoini, Francesco Vannucci e Gianluca Meranda, i tre italiani presenti al Metropol e indagati per corruzione internazionale.

Fondi russi alla Lega: foto dell’accordo

Sul caso indagano i pm Sergio Spadaro e Gaetano Ruta, insieme al procuratore aggiunto Fabio De Pasquale. Gli inquirenti di Milano che indagano sul caso Metropol hanno analizzato i cellulari dei tre italiani indagati, già precedentemente sequestrati. Nella galleria di immagini si trovava la foto di un “pizzino“, un foglio su cui è stata appuntata la suddivisione dei proventi dell’accordo tra il Cremlino e il partito di via Bellerio. La compravendita di una partita di gasolio, dal valore di un miliardo e mezzo di dollari, si sarebbe conclusa con un 4% destinato alla Lega (pari a 65 milioni) e un 6% agli intermediari russi.

Secondo quanto emerso dalle prime ricostruzioni, Meranda sarebbe l’autore dello scatto. L’avvocato avrebbe poi inviato l’immagine a Vannucci e Savoini. “Farò solo uno screeshot qui e ve lo manderà in modo che siamo sincronizzati”, scrive Meranda nella conversazione.

Salvini: “Sono solo disegnini”

Matteo Salvini, interpellato sull’accaduto, ha minimizzato le scoperte degli inquirenti definendola “non una cosa seria. Non abbiamo visto né chiesto niente. Possono pubblicare tutti i disegnini che vogliono”.