×

Boldrini sugli attacchi social: “Strategia organizzata contro di me”

L'esponende del Partito Democratico accusa Salvini di aver scatenato odio nei suoi confronti.

Boldrini attacchi social

Nel corso di un dibattito pubblico Laura Boldrini, più volte fatta oggetto di attacchi sui social network, spiega che a suo parere questi sono frutto di una strategia politica organizzata dai suoi avversari, in particolare da Salvini.

Laura Boldrini e gli attacchi social

L’ex Presidente della Camera ritiene che gli attacchi ricevuti sui social in questi anni siano frutto di un piano per screditarla. É infatti convinta di non essere stata presa di mira “solo perché donna, antifascista e paladina dei diritti umani“. Ma anche perché Salvini “ha associato il mio nome a quello di ogni delitto commesso da un migrante“.

In particolare Laura Boldrini si riferisce all’hasthtag #risorseboldriniane che Salvini soleva inserire nei suoi post ogni volta che riportava la notizia di un reato commesso da un migrante.

In questo modo ha associato il suo nome a delle azioni criminali, “commettendone una lui stesso nei miei confronti“. Ci tiene invece a ribadire che lei con i delinquenti non ha nulla a che fare.

Lamenta poi che, avendo continuato a screditarla per anni, il leader della Lega ha tentato di delegittimarla. Per lei questi continui riferimenti e attacchi alla sua persona hanno alterato il consenso e il dissenso elettorale. “Cosa che dovrebbe preoccupare qualunque persona democratica“, aggiunge. Non solo, ritiene che abbiano anche contribuito ad inquinare il dibattito pubblico.

Il neo membro del Partito Democratico conclude infine ribadendo la sua tesi originaria. Queste le sue parole: “Quando una persona viene fatta bersaglio per anni associandola a dei reati vuol dire che dietro c’è una regia organizzata“.



Contatti:

Scrivi un commento

1000

Leggi anche