×

Manovra, Conte: in arrivo la stangata sui negozi in affitto

Condividi su Facebook

Pesante stangata in Manovra per i commercianti: il governo Conte elimina la cedolare secca sugli affitti commerciali.

manovra

Sorpresa amara per commercianti e proprietari di immobili commerciali in Manovra. Dopo la riscrittura, avvenuta più volte, di tutto il capitolo relativo a tasse e fisco, dalle legge di Bilancio è scomparsa la conferma per il 2020 della cedolare secca sugli affitti dei negozi.

Le aliquote al 21% per i locali commerciali in locazione sarà quindi limitata ai contratti stipulati nel 2019 mentre dal prossimo anno i redditi degli affitti accatastati come C/1 con superficie fino a 600 metri quadrati saranno tassati con l’aliquota marginale.

Manovra: cosa cambia per i commercianti

Brutte notizie per i commercianti in affitto per i quali il carico fiscale per la locazione potrebbe aumentare arrivando fino al 48%al quale deve aggiungersi la patrimoniale Imu-Tasi, oltre alle spese di manutenzione dell’immobile e al rischio di morosità” ha fatto sapere Confedilizia, organizzazione dei proprietari che si è battuta strenuamente per la conferma della cedolare varata dal precedente governo.


La decisione di Conte

L’esecutivo ha deciso quindi, in fase di riscrittura, di eliminare la cedolare secca e al momento appare difficile, se non impossibile, un nuovo cambio di rotta. Tra gli emendamenti, infatti, la cedolare non compare e l’unica proposta che la prevedeva, a firma Pd, è stata ritirata.

La decisione ha acceso le polemiche, come quella sollevata dal senatore di Forza Italia Franco Dal Mas il quale sostiene che questa strada “porterà meno entrate per lo Stato e impedirà la rivitalizzazione dei centri storici“. Lui stesso era stato primo firmatario di due emendamenti per stabilizzare la cedolare. Conte, dal canto suo, ha annunciato un cronoprogramma per il rilancio del governo mentre con il ministro dell’Economia Gualtieri lunedì ha incontrato i sindacati per discutere sul rilancio del Sud.

Le ultime novità nella Manovra

Tra le novità introdotte in legge di Bilancio figurano il rimborso con interessi per gli utenti vittime delle cosiddette “bollette pazze”: in questo caso i gestori dovranno rimborsare il pagamento di somme non dovute per un importo di almeno 100 euro, con una penalità del 10%. Attenuate poi plastic tax e le relative coperture sui giochi.

Nata in provincia di Lodi, classe 1995, è laureata in "Scienze Umanistiche per la Comunicazione" all’Università Statale di Milano. Collabora con Notizie.it.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Antonella Ferrari

Nata in provincia di Lodi, classe 1995, è laureata in "Scienze Umanistiche per la Comunicazione" all’Università Statale di Milano. Collabora con Notizie.it.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.