×

Banca Popolare di Bari: cdm approva il salvataggio

Condividi su Facebook

Fumata bianca in cdm per il decreto di salvataggio della Banca Popolare di Bari: scontro tra Italia Viva e Movimento 5 Stelle.

banca popolare di bari

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto legge per il salvataggio della Banca Popolare di Bari. La riunione, iniziata nella serata di domenica e conclusasi nella notte, è stata aperta dal premier che ha annunciato la richiesta a Bankitalia di essere informato per accertare le responsabilità dei vertici dell’istituto nella crisi.

Banca popolare di Bari: fumata bianca

Sono stati giorni di scontro quelli trascorsi fino al consiglio dei ministri di ieri. In particolare divergenze si sono registrate tra Italia Viva e il Movimento 5 Stelle ma tutto si è risolto portando all’approvazione del decreto per il salvataggio. “A rischio il tessuto economico della città e della Regione” ha detto il sindaco di Bari, Decaro, mentre il governatore Emiliano si è detto pronto ad intervenire nell’operazione di salvataggio. “L’urgenza del governo – ha detto Conte – è varare il decreto prima della riapertura delle borse e degli sportelli, lunedì mattina, anche per mettere la banca al riparo da rischi di liquidità”.


Conte: “Necessario chiarire le responsabilità”

Non concederemo nulla ai responsabili – ha detto Giuseppe Conte in merito alla situazione della Banca Popolare di Bari -. Auspichiamo azioni a loro carico.

In gioco c’è il tessuto produttivo di un Sud in sofferenza. Interverremo con una visione strategica con Mediocredito e, probabilmente, il fondo interbancario per rilanciare una banca che potrebbe essere la più importante del Sud” aveva detto poco prima del vertice.

Gualtieri: “Al fianco dei risparmiatori”

Il ministro dell’economia, Roberto Gualtieri, al termine del Cdm si è detto positivo: “Il governo è al fianco dei risparmiatori e dei dipendenti della Banca Popolare di Bari e delle imprese da questa sostenute ed è impegnato per il suo rilancio a beneficio dell’economia del Mezzogiorno“.

Nata in provincia di Lodi, classe 1995, è laureata in "Scienze Umanistiche per la Comunicazione" all’Università Statale di Milano. Collabora con Notizie.it.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Antonella Ferrari

Nata in provincia di Lodi, classe 1995, è laureata in "Scienze Umanistiche per la Comunicazione" all’Università Statale di Milano. Collabora con Notizie.it.

Leggi anche