×

Chi è Lucia Azzolina, ministro della Scuola del governo Conte bis

Condividi su Facebook

Dopo le dimissione del ministro Fioramonti, Conte divide la carica e nomina Lucia Azzolina nuovo ministro dell'Istruzione

Lucia Azzolina
Lucia Azzolina

37enne, la deputata pentastellata Lucia Azzolina è stata nominata il 28 dicembre nuovo ministro dell’Istruzione del governo Conte bis.

Chi è Lucia Azzolina?

Originaria di Florinda, in provincia di Siracusa, si è poi trasferita in Piemonte. Due lauree in filosofia e diritto, lo scorso agosto ha ottenuto la carica di dirigente scolastico. Nel partito del Movimento 5 Stelle ha sempre ricoperto il ruolo di responsabile scuola. Deputata alla Camera, è poi divenuta sottosegretaria al ministero dell’Istruzione.

Durante i governi Conte si è occupata della stesura del decreto salva-precari. Con la sua approvazione, ha posto le basi per una sanatoria di 24 mila posti di lavoro e per un concorso ordinario, altri 24 mila.

All’interno delle scuole Azzolina svolgeva l’attività di insegnante di sostegno.

A questa affiancava il ruolo di sindacalista con Anief, della quale è la prima parlamentare. Ciò per cui si è battuta principalmente è lotta contro le “classi pollaio”, un fenomeno che riguarda il 5% delle aule e in continua diminuzione.

Con il suo insediamento, Azzolina ha avanzato subito due proposte: l’aumento dei posti di ruolo per gli insegnanti di sostegno e un’apposita laurea per i docenti.

La sua idea di scuola

Sul suo profilo Facebook è lei stessa a descrivere la sua idea di scuola:”Devo tutto alla scuola e il mio amore per essa deriva anche da questo. Ho deciso, dopo la prima laurea in Storia della Filosofia, di impegnarmi subito per realizzare il mio sogno: fare la docente. Dopo due anni di scuola di specializzazione mi sono trasferita, ho lasciato i miei affetti.

All’inizio piangevo: poi ho costruito pezzo dopo pezzo la mia vita, cambiando due volte città pur di insegnare. Ho avuto alunni meravigliosi che mi hanno insegnato tantissimo, colleghi che dedicavano le loro giornate alla costruzione di una scuola migliore, collaboratori scolastici e personale ATA sempre pronti ad un sorriso, dirigenti scolastici in gamba. Ho conseguito la seconda laurea in Giurisprudenza in nome di quell’amore per il sapere che avevo dentro sin da piccolina. Investire sulla scuola, sul futuro di ogni singolo studente, significa potergli cambiare la vita in meglio”.

Scrivi un commento

1000

Leggi anche