×

Sondaggi politici elettorali oggi: Lega in calo, cresce il Pd

Condividi su Facebook

Nei sondaggi politici elettorali mandati in onda ad Agorà, la Lega e il M5s risultano in calo; cresce il Pd.

sondaggi-politici

Nei sondaggi politici elettorali del 13 gennaio mandati in onda dal TgLa7 la coalizione di centrodestra si mantiene pressoché stabile attorno al 50% dei consensi, registrando tuttavia al suo interno sensibili variazioni nei singoli partiti. Altalenante la maggioranza governativa giallo-rossa, con il M5s che perde mezzo punto percentuale mentre il Pd cresce di quasi un punto e mezzo arrivando al 18,4%.

In leggera crescita infine anche Italia Viva di Matteo Renzi, che guadagna uno 0,1% arrivando al 4,8%. Risultati simili sono stati registrati anche dai sondaggi politici di Emg Acqua andati in onda ad Agorà su Rai3.

Sondaggi di Emg Acqua

Secondo Emg Acqua, la Lega registra un -0,3% rispetto alle stime dello scorso 9 gennaio, passando dal 30,4% al 30,1%. Nello stesso lasso di tempo, il Pd è invece cresciuto dello 0,1%, arrivando al 20%.

Non si ferma, invece, la crisi del M5s che, contestualmente alla fuoriuscita dei membri (l’ultimo caso è quello di Di Marzio), registra una perdita di consensi dal 15,9% al 15,6%. Poco, dunque, il distacco rispetto a Fratelli d’Italia, che conquista l’11% (+0,4%). Al termine della classifica si trovano Forza Italia (sceso al 6,7% con -0,3%) e Italia Viva (4,6%).

Conte candidato del centrosinistra?

I sondaggi politici elettorali di Agorà rivela, inoltre, che secondo il 46% degli elettori Giuseppe Conte dovrebbe essere il candidato del centrosinistra alle prossime elezioni.

Sondaggi politici elettorali

Esaminando i dati elaborati da Swg, la Lega rimane stabile al 32,9%, mentre Fratelli d’Italia che perde lo 0,1% raggiungendo quota 10,4%, in linea comunque con il trend positivo di queste ultime settimane. Lieve crescita invece per Forza Italia che guadagna lo 0,3% arrivando al 5,8%.

Nel suo complesso, la coalizione dei tre principali partiti di centrodestra continua ad essere lievemente al di sotto della maggioranza assoluta dei consensi, stabilizzandosi al 49,1%.

Valori diversi invece per i due principali alleati della maggioranza di governo, che complessivamente registrano un incremento nei consensi.

Il Pd guadagna infatti l’1,4% arrivando a toccare quota 18,4%, mentre il M5s perde mezzo punto percentuale arrivando al 15,2%. Avanza leggermente infine Italia Viva, che passa dal 4,7% al 4,8%.

Gli altri partiti

Nel secondo pannello mostrato dal TgLa7 sono invece visibili le intenzioni di voto per i partiti che in caso di elezioni non supererebbero la soglia di sbarramento del 4%. In testa al sondaggio troviamo la coalizione elettorale tra Sinistra Italiana e Articolo Uno, che perde lo 0,6% passando dal 3,7% al 3,1%. Segue Azione di Carlo Calenda, che registra un’analoga flessione dello 0,4% passando dal 3,3% di sette giorni fa al 2,9%.

Seguono I Verdi che guadagnano invece lo 0,2% salendo dal 2,0% al 2,2%, mentre +Europa vede stabilizzarsi i propri consensi passando all’1,6% così come il partito del governatore ligure Giovanni Toti, che con il suo Cambiamo! rimane fisso all’1%. Scendono, dallo 2,1% all’1,7% gli italiani che voterebbero altri partiti, mentre coloro che preferirebbero astenersi rimangono al 40%.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.