×

Emilia Romagna, Iva Zanicchi: “Gli emiliani preferiscono gli uomini”

Secondo Iva Zanicchi la candidata leghista Lucia Borgonzoni era sbagliata: il commento della donna sul voto in Emilia Romagna è netto.

iva zanicchi emilia romagna

Le elezioni regionali in Emilia Romagna hanno decretato la vittoria di Stefano Bonaccini, candidato con il centrosinistra, che ha superato l’avversaria Lucia Borgonzoni. Sembrava un testa a testa stando ai primi exit poll, ma alla fine il primo ha staccato la seconda di 8 punti.

Iva Zanicchi, all’indomani del voto in Emilia Romagna, ha commentato i risultati esprimendo alcuni commenti sul genere dei candidati.

Emilia Romagna, commento di Iva Zanicchi

Nata in una piccola frazione del comune di Ventasso, in Emilia Romagna, Iva Zancchi ha partecipato alle elezioni e ha voluto commentare i risultati. All’indomani della tornata elettorale, infatti, la Zanicchi si è espressa direttamente sui candidati, esprimendo stima per il presidente riconfermato. “Bonaccini – ha detto la conduttrice – ha governato bene.

Ci voleva un candidato più forte per metterlo in discussione. Il dato di coalizione che per il centrodestra appare maggiore dei voti andati alla Borgonzoni la dice lunga. I candidati sono fondamentali. In Emilia io avrei candidato un uomo”.

Inoltre, rispetto all’episodio del leader leghista al Pilasto di Bologna, ha detto: “Non c’è stato un effetto citofono. Se uno vuole votare il centrodestra non cambia idea per una citofonata.

Chi ama Salvini gradisce questo suo essere poco patinato e molto spontaneo”. Sulla sconfitta leghista, invece, la cantante ha affermato: “Io l’avevo detto, in tempi non sospetti. Lo avevo previsto perché conosco gli emiliani“. Tuttavia, ha poi specificato che “il centrodestra ha avuto un risultato importantissimo in una regione così profondamente rossa. E al livello nazionale vincerebbe. Ma non si vota perché sono attaccati alle poltrone”.

Infine, l’affondo ai grillini: “Di fronte ai risultati di oggi, il M5S farà qualunque cosa per non andare alle urne, perché vorrebbe dire andare a casa, non essere rieletti, per la stragrande maggioranza di loro”.

Nata a Verona, classe 1998, studentessa universitaria presso la facoltà di "Comunicazione e Società". Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per L'Arena.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Laura Pellegrini

Nata a Verona, classe 1998, studentessa universitaria presso la facoltà di "Comunicazione e Società". Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per L'Arena.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora