×

Jole Santelli, la malattia che deve affrontare la Presidente della Calabria

Condividi su Facebook

Dopo la vittoria alle elezioni regionali in Calabria del 2020, Jole Santelli dovrà ora affrontare una battaglia più dura: quella contro la malattia.

elezioni-regionali-calabria-jole-santelli

Le elezioni regionali in Calabria del 26 gennaio del 2020 hanno visto come vincitrice la candidata del centro destra Jole Santelli, che ha superato di gran lunga l’imprenditore Filippo Callipo ma che ora oltre al governo della sua regione dovrà affrontare anche la dura battaglia contro la malattia. La Santelli è infatti attualmente in cura nella sua Calabria ed è stato anche per questo che inizialmente vi erano stati dei tentennamenti nell’accettare la candidatura.

Jole Santelli e la malattia

La neo presidente calabrese aveva in precedenza sempre detto che per le cure si sarebbe affidata alla sanità pubblica della sua regione: “Non ho mai nascosto la mia malattia, qui tutti sanno, non voglio neanche però che essa mi perseguiti. Io sono in cura presso il reparto di oncologia di Paola. Sorpreso, vero? Da noi ci sono medici eccellenti.

Le eccellenze in un mare di incompetenza, clientelismo, ignavia annegano come sassolini nello stagno. Lo so, tante cose non vanno. E io proverò a cambiare”.

Parlando poi di come il tumore l’abbia spinta a reagire accettando di buon grado la nomina a candidata governatrice per il centrodestra, la Santelli ha dichiarato: “Quando una persona subisce un attacco così violento alla propria vita, quando il dolore fisico si fa radicale e incomprimibile, allora quella persona ha due strade: deprimersi e farsi portare via dalla corrente, scegliere che il destino scelga per lei. Oppure attivarsi, concentrarsi e soprattutto ribellarsi.

La telefonata all’oncologo

La Santelli ha poi raccontato un aneddoto che dà la giusta misura di come una malattia quale può essere un tumore possa essere un terzo incomodo non indifferente nella vita di una persona: dalle azioni più banali alle decisioni che valgono una vita intera: “Quando Silvio Berlusconi mi offre la candidatura ringrazio felice, ma chiedo due minuti prima di accettare.

Chiudo la telefonata e formo il numero del mio oncologo: posso candidarmi? Posso onorare il mandato quinquennale? Il medico risponde: non solo puoi candidarti ma mi auguro che io possa essere il tuo consulente negli anni della presidenza”.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche