×

Salvini contro l’aborto, Boldrini: “Offende le donne per raccattare voti”

Condividi su Facebook

Dal PalaCongressi di Roma Matteo Salvini si è scagliato contro le donne che ricorrono ripetutamente all'aborto, condannando il loro stile di vita.

matteo salvini aborto laura boldrini
matteo salvini aborto laura boldrini

Matteo Salvini si scaglia contro l’aborto durante l’incontro della Lega a Roma del 16 febbraio. Nella cornice del PalaCongressi, l’ex ministro dell’Interno ha voluto infatti esprimere la sua opinione in merito alle donne che ricorrono ripetutamente all’interruzione di gravidanza, accusandole di stare seguendo uno stile di vita sbagliato e rischioso per la salute. Contro l’intervento dell’ex vicepremier si sono scagliati diversi esponenti della maggioranza, da Nicola Zingaretti a Laura Boldrini.

L’accusa di Laura Boldrini

“Decidere di abortire per una donna è una scelta difficile” ha commentato l’ex presidente della Camera tramite Twitter, aggiungendo che “lo ‘stile di vita incivile’ è quello di un uomo che pur di raccattare qualche voto offende e strumentalizza le donne mettendo in discussione i loro diritti”.

Matteo Salvini contro l’aborto

Dal palco del Palazzo dei Congressi, Salvini ha dichiarato: “Abbiamo avuto segnalazione che alcune donne, né di Roma né di Milano, si sono presentate per la sesta volta al pronto soccorso di Milano per l’interruzione di gravidanza. Non è compito mio né dello Stato dare lezioni di morale, è giusto che sia la donna a scegliere per se’ e per la sua vita, ma non puoi arrivare a prendere il pronto soccorso come la soluzione a uno stile di vita incivile.

Il segretario della Lega ha inoltre proposto che il pagamento dell’interruzione di gravidanza sia a carico della donna in caso di ripetute richieste al pronto soccorso: “Qualcuno ha preso il pronto soccorso come il bancomat sanitario per farsi gli affari suoi senza pagare una lira”, ha aggiunto concludendo: “La terza volta che ti presenti, paghi”.

A margine dell’incontro, Salvini ha infine affermato di ritenere rischioso per la salute della donna il ricorso ad un cosi alto numero di aborti: “Se ritengo che le donne che abortiscono siano incivili? Se si arriva alla settima interruzione di gravidanza significa che si sbaglia stile di vita. Sono d’accordo con i medici che dicono che la donna è libera di scegliere ma se in poco tempo si viene a chiedere la settima interruzione di gravidanza…bisogna spiegarle come ci si comporta. Io rispetto il diritto di scelta di tutte le donne ma la settima è un rischio per la salute”.


Le risposte al leader della Lega

Non si sono fatte attendere le risposte dei partiti del centrosinistra alle affermazioni di Matteo Salvini, a cominciare dal segretario del Pd Nicola Zingaretti, che sui social ha replicato: “Salvini la spara ogni giorno più grossa perché è in difficoltà. Con offese, teorie stravaganti e numeri a casaccio. Per fortuna nei pronto soccorso italiani non ascoltano le sue provocazioni. Giù le mani dalle donne. Giù le mani dalla sanità italiana”.

Gli fa eco anche Beatrice Brignone, segretaria di Possibile, che sul suo account ufficiale attacca Salvini accusandolo di minimizzare le difficoltà che oggi accompagnano una donna in Italia nel ricorrere a un aborto: “Di fronte a consultori depotenziati, agli obiettori in aumento, alla mancanza di politiche per le famiglie, Salvini se la prende contro chi ricorre all’aborto: ignorando la legislazione in vigore, colpevolizzando le donne, negando il diritto di scelta”.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.