×

Salvini torna a Bologna contro Bonaccini: “Racconta balle”

Condividi su Facebook

Salvini torna a Bologna e attacca Bonaccini. Il leghista incontrerà la stampa davanti al distaccamento della Polizia Stradale, che sarà soppresso.

Salvini a Bologna
Salvini a Bologna

Dopo un mese dalla disfatta elettorale, Matteo Salvini torna a Bologna e continua ad attaccare l’avversario Stefano Bonaccini, presidente dell’Emilia-Romagna. Nella mattinata di venerdì 21 febbraio 2020, il leader della Lega incontrerà la stampa davanti al distaccamento della Polizia Stradale di via Bazzanese 29/6 di Casalecchio di Reno, che sarà soppresso. Alla vigilia del suo ritorno in Emilia, non mancano le frecciatine più e meno implicite all’esponente del Pd che governa la Regione.

“Non è l’unico caso in Emilia-Romagna: sono previsti tagli alla Polizia Stradale anche a Lugo di Romagna e Rocca San Casciano. Durante la campagna elettorale per le Regionali, l’attuale presidente del Pd Stefano Bonaccini aveva parlato di “chiusura scongiurata” per il distaccamento di Casalecchio di Reno”. Così ha detto Salvini.

Salvini torna a Bologna

Matteo Salvini promette battaglia e scende in campo in difesa della polizia stradale.

Sul caso aveva dichiarato: “I sindacati denunciano che il taglio alla Polstrada di Casalecchio di Reno è confermato.

Alla faccia delle promesse del Pd, di Bonaccini e di Lamorgese. È l’ennesima balla del governatore dell’Emilia-Romagna, che in campagna elettorale aveva detto di averci messo una pezza”.

L’intervento di Erika Seta

Non ha tardato a dire la sua neppure Erika Seta, Capogruppo Centrodestra per Casalecchio. “La questione della chiusura del presidio della polizia Stradale di Casalecchio, che è diventata una corda strumentale da tirare tra la destra e la sinistra, esige un intervento silenzioso. Ma deve essere efficace”, ha dichiarato. “Essendo il territorio di Casalecchio estremamente vasto e percorso da un centro concerti tra i più importanti d’Italia, agglomerati commerciali e industriali, accampamenti abusivi che scaricano reati sul territorio, a fronte di una Caserma dei Carabinieri sotto dimensionata e una Polizia Municipale divisa e sparsa su tre Comuni, credo che la vera risposta che Stato e Prefettura dovrebbero dare non è a Bonaccini e Salvini, che quando lo scorso anno sollevai il tema da candidato Sindaco non batterono un colpo.

Ma ai cittadini di Casalecchio”. Bisognerebbe “incrementare l’organico almeno di quel tanto da rendere operativa sul centro abitato e non in autostrada, quella sottosezione insieme al Senatore Gasparri ci siamo recati a gennaio, in visita alla Stradale”.

Poi “il Senatore ha scritto al Prefetto di Bologna chiedendo di valutare insieme ai vertici del Ministero la situazione così come descritta. Bisognerà includere anche la necessità di integrazione di personale e mezzi”. Si era giunti all’accordo secondo il quale “chiudere quel presidio significherebbe lasciare scoperta una realtà che ha davvero bisogno di vigilanza e presenza”. Quindi ha concluso: “Mi preme sottolineare che quel presidio sarebbe estremamente utile sul nostro territorio in azioni di affiancamento ai Carabinieri date le sotterranee attività di reato che stanno emergendo da attenta lettura dei giornali”.

Nata a Varese, classe 1996, è laureata in Comunicazione. Collabora con Notizie.it.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Asia Angaroni

Nata a Varese, classe 1996, è laureata in Comunicazione. Collabora con Notizie.it.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.