×

Coronavirus, Meloni: “Conte vuole consenso, rischio deriva autoritaria”

Condividi su Facebook

Per Giorgia Meloni il premier Conte stagestendo l'emergenza coronavirus in maniera troppo autoritaria, per ottenere consenso.

coronavirus meloni conte dittatore

La leader di Fratelli D’Italia, Giorgia Meloni, non apprezza il modo in cui il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, sta affrontando l‘emergenza coronavirus arrivando addirittura a definirlo quasi un dittatore. In un’intervista rilasciata al quotidiano Libero, la Meloni si è così espressa sul capo dell’esecutivo: “Fin dall’inizio ho avuto il sospetto che Conte abbia ritenuto che l’emergenza potesse essere un’occasione per acquisire consenso e che molte scelte, comprese quelle di comunicazione notturna, rientrino in questa logica”.

Meloni: “Conte sfrutta il coronavirus per il consenso”

Parole dure nei confronti del presidente Conte, che la Meloni però non sembra essere interessata a lasciare cadere nel vuoto: “Quando l’emergenza Covid sarà sconfitta, allora non faremo sconti, tireremo fuori tutto e gli italiani potranno vedere chi ha lavorato per il Paese e chi pensando a se stesso.

Però certo, fabbriche e uffici la domenica sono chiusi già di loro, la serrata si poteva comunicare con tutta calma ieri; e così magari si sarebbe potuto spiegarla anche meglio. Ma poi che c’entra farla dalla pagina personale di Conte su Facebook e non dai canali istituzionali? Ha notato che grazie a questo motivo la pagina del premier si è arricchita di 600 mila seguaci? Dobbiamo pensare che anche le comunicazioni urgenti o di servizio rientrino nella bulimia comunicativa del premier? Sarebbe imperdonabile”.


“Rischio deriva autoritaria”

La Meloni afferma poi che la modalità con cui Conte esercita i propri poteri è paragonabile a quella di un dittatore, o un uomo solo al potere se preferite, e per questo le opposizioni avrebbero chiesto al Presidente della Repubblica un maggiore controllo: “A prescindere dal merito, limitazioni così gravi della libertà personale non possono essere prese senza coinvolgere il Parlamento pienamente e comunicate in questa maniera.

Qui si rischia una deriva autoritaria. Per questo con Salvini e Berlusconi abbiamo fatto un appello a Mattarella perché ci riceva e abbiamo chiesto la convocazione delle Camere a oltranza. È fondamentale ridare al Parlamento la possibilità di esercitare i poteri che gli ha dato la Costituzione”.

Nato a Latina il 23/03/1991, é laureato in Economia e Marketing presso l'Università La Sapienza di Roma. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con diverse testate tra cui TGcom24 e IlGiornaleOff. Lavora come speaker a Radio Rock.


Contatti:

8
Scrivi un commento

1000
4 Discussioni
4 Risposte alle discussioni
0 Follower
 
Commenti con più reazioni
Discussioni più accese
6 Commentatori
più recenti più vecchi
Maria Cardillo

Abbiamo capito che alla signora meloni non sta bene niente. Come fai sbagli

Marco Rannisi

Non ci posso credere! di solito non sto a commentare ma in questo caso non riesco a starmene “zitto”. Anche in un momento cosi’ delicato si tenta sempre di boicottare una figura politica o quantomeno di screditarne l’operato che, SOTTOLINEAMOLO pure, é ineccepibile! Se ci sta una figura che cerca consensi in questo preciso momento penso sia lei e non chi sta fronteggiando un’emergenza di cosi tale entitá nel migliore dei modi, perché accusare o criticare invece di unirsi formando un unica coalizione durante un momento come questo penso siá piú assurdo che concepibile! Se davvero secondo lei ci fosse… Leggi il resto »

Marco Rannisi

…(parte2/2)
il suo carattere e il suo modo di pensare basato su
tutto quello che ha detto e soprattutto ha fatto e le posso dire da parte mia e penso anche da parte di tutti gli Italiani che é un eccellentissimo presedidente del
consiglio capace di governare, farci sentire tutti al sicuro e di saper prendere le dicisioni giuste anche in momenti davvero difficili! Complimenti davvero, é un
piacere averla alla nostra guida e grazie di tutto e per tutto!
Non dia importanza a tali accuse perché le persone sanno bene che ci sta salvando tutti!

Giuseppe

Ineccepibile? Primi in classifica come morti e a breve riuscira nell’impossibile impresa di superare la cina come contagi. E tu lo elogi. Ma vai a cagare te e quelli come te che avete messo questi idioti al governo,i morti devi sentirli sulla tua coscienza. Mi auguro alla fine arrivi il co to a quell’inetto di conte e magari anche ai mentecatti che lo sostengono.

Marco Rannisi

ecco uno che parla e critica a chi salva vite… il virus mica l’ha messo lui in Italia genio…. e poi chi parli tu che non sei nessuno come me in tutta questa storia? le morti inevitabili appunto sono inevitabili e neanche dio poteva fare nulla ma se non era per la tempestivita’ di conte e del governo ci sarebbero stati molti altri morti, ma ovviamente tu sei il solito criticone e scommetto che sei anche uno di quelli che cerca di trovare scuse per uscire vero? Ciao criticone e prima di criticare fai qualcosa di costruttivo gentilmente.

Antonio

Antonio.Giuseppe tu sei uno che nn capisci un c….o, quando parli di questo governo (GIUSEPPE CONTE) lavati la bocca.

Marzia

La Meloni, come anche Salvini, non VALGONO “1 Pelo”del MASTER CONTE, che si è ridotto pure lo stipendio a differenza loro che con l’80% delle loro assenze sul lavoro” MANGIANO PANE SPORCO”.

Regina Cusmano

Siamo passatidalla ducia Alessandra Mussolinialla ducetta Giorgia Meloni. Che progresso gente!


Contatti:
Riccardo Castrichini

Nato a Latina il 23/03/1991, é laureato in Economia e Marketing presso l'Università La Sapienza di Roma. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con diverse testate tra cui TGcom24 e IlGiornaleOff. Lavora come speaker a Radio Rock.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.