×

Coronavirus, le sardine contro Salvini e Meloni: “Patetici”

Condividi su Facebook

Mattia Santori, il leader delle sardine, attacca Matteo Salvini e Giorgia Meloni e parla per la prima volta dell'emergenza coronavirus.

coronavirus sardine salvini meloni
coronavirus sardine salvini meloni

Il leader delle sardine, intervistato dall’Adkronos, ha confessato che in un momento delicato come quello attuale (a causa dell’emergenza coronavirus), non avrebbe mai voluto essere al posto di Matteo Salvini e Giorgia Meloni. Infatti, secondo Mattia Santori, “sta venendo fuori il patetismo di chi ha sempre cercato di fare campagna elettorale”. Tutto ciò farebbe fare ai due leader una particolare figura: “quella dei patetici“, attacca Santori.

Coronavirus, sardine contro Salvini-Meloni

“Io non vorrei mai essere in Meloni e Salvini in questo momento – ha confessato il leader delle sardine – perché sta venendo fuori il patetismo di chi ha sempre cercato di fare campagna elettorale, con temi molto facili contro il governo, e nel momento in cui il governo affronta un emergenza nazionale, fanno questa figura, quella dei patetici“.

Un attacco durissimo contro i due leader del centrodestra impegnati di fronte all’emergenza a collaborare per dare il loro contributo.

Poi, Santori si sarebbe rivolto soltanto al leader della Lega: “Se chiedi l’apertura del parlamento – come aveva detto Salvini – e sei il più grande assenteista del parlamento europeo della storia, viene fuori il tuo patetismo”. Il tutto, sottolinea Santori, “nel momento in cui i tuoi alleati europei, Orban e gli altri sovranisti, ti rubano i dispositivi sanitari che devono arrivare nel tuo territorio, perché sono più sovranisti di te”.

E ancora, il patetismo di Salvini emerge secondo Santori, “nel momento in cui il fondo salva stati, il Mes, che tu hai denunciato, viene a salvare anche te che non vuoi essere salvato”.


Infine Santori avrebbe attaccato anche l’Europa, colpevole di essere ingabbiata dal sovranismo.

“L’Europa, come comunità, ha i bastoni tra le ruote – ha detto -, da parte di chi preferisce fare da solo, di chi chiude le frontiere e cerca i propri vantaggi”.

Nata a Verona, classe 1998, studentessa universitaria presso la facoltà di "Comunicazione e Società". Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per L'Arena.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Laura Pellegrini

Nata a Verona, classe 1998, studentessa universitaria presso la facoltà di "Comunicazione e Società". Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per L'Arena.

Leggi anche