×

Coronavirus Sicilia, Musemeci organizza la riapertura delle attività

La Sicilia pensa alla fase 2 della lotta al coronavirus e stila l'agenda della riapertura delle attività.

coronavirus sicilia riapertura attività

Sebastiano Musumeci, governatore della Sicilia, ha redatto l’agenda della riapertura delle attività dal 4 maggio nel territorio da lui amministrato. La fase 2 siciliana sarà, in accordo con il parere del Comitato tecnico scientifico, lenta e graduale per evitare una nuova esplosione dell’emergenza coronavirus e le prime aziende a riprendere saranno quelle del settore manifatturiero e della filiera dell’agricoltura, così come i grandi cantieri.

Il requisito necessario per tornare a svolgere la propria attività sarà quello di garantire il rispetto dei parametri di sicurezza previsti per i lavoratori.

Coronavirus Sicilia, il piano per la riapertura delle attività

Solo dopo alcune settimane, la Sicilia consentirà la riapertura ai negozi, di pari passo con la conclusione dei divieti di mobilità personale imposti. Previsto poi due piani alternativi per quanto riguarda parrucchieri, barbieri e centri di bellezza che comunque non potranno rialzare la serranda prima della fine di maggio. Per ultimi, forse a giugno inoltrato, potranno tornare a lavorare anche i bar e i ristoranti. Questo il piano di massima, ma tutto potrebbe cambiare qualora il numero dei contagi tornasse ad alzarsi e, anche per questo, il parere di Musumeci è quello che ove possibile le persone continuino a lavorare da casa in smart working “per limitare gli spostamenti dei lavoratori e ridurre in numero di accessi presso i locali aziendali”.

Sarà poi necessario favorire “l’alternanza su più turni di lavoro per ridurre il numero di presenti contemporaneamente in azienda o ufficio. Bisognerà anche favorire orari di ingresso e di uscita scaglionati, per limitare o evitare condizioni di affollamento in spogliatoi e aree comuni dell’azienda”.

Musumeci sul turismo e la balneazione

Importanti saranno poi le decisioni che verranno prese per quanto riguarda la balneazione e il turismo, importante fonte di guadagno della Regione Sicilia.

Musemeci, ospite di Live su Canale 5, ha così parlato della situazione delle spiagge: “La Sicilia ha adottato un comitato tecnico scientifico che ci dice quali devono essere in un contesto lavorativo specifico le misure di sicurezza da adottare in funzione di quegli suggerimenti riteniamo che alcune attività, a cominciare dal turismo, possano essere avviate. Il che non significa che faremo turismo da domani. Sabato ho autorizzato gli stabilimenti a fare manutenzione, a organizzare le cabine”.

Contents.media
Ultima ora