×

Sileri: “L’amico è un congiunto solo se è l’unica persona in città”

Sileri chiarisce ulteriolmente la questione amici: sono congiunti solo se non si ha nessun altro in città.

sileri amico congiunto città

Dal momento in cui il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha detto in conferenza stampa che, alle consuete motivazioni per gli spostamenti, si sarebbe aggiunta anche la possibilità di far visita ai congiunti, è partita una vera e propria ricerca dell’interpretazione del termine.

Molti i dubbi, a cui la politica ha provato a più riprese a dare una risposta, certe volte però ingarbugliando ancor di più le cose. Il viceministro alla Salute Sileri solo ieri (mercoledì 29 aprile) aveva affermato che il temine congiunti potesse essere allargato tranquillamente per includere anche agli amici, ma a poche ore dalla sua dichiarazione ha fatto un rapido dietrofront.

L’amico non è sempre un congiunto

Anche un’amicizia è un affetto stabile, a volte chi si sposta da una città all’altra stabilisce degli affetti con degli amici che sono spesso migliori di quelli con alcuni familiari, diciamoci la verità – aveva detto Sileri nel suo intervento a un Giorno da Pecora su Rai Radio1 , precisando poi: “Se è considerato un amico vero e non è una scusa.

Questo è un periodo di transizione, servono regole per far capire che non è un liberi tutti”.

Sileri cambia idea sugli amici congiunti

Solo qualche ora dopo però è arrivato un altro chiarimento da parte di Sileri, a conferma di quanto sia controversa e di difficile applicazione questo punto del nuovo Dpcm. Il viceministro ha fatto di base un passo indietro affermando che: Si può parlare di affetto stabile, se si tratta di un partner o dell’unica persona cara che abbiamo in città. Il Dpcm chiarirà, ma io credo che affetto stabile è responsabilità. Significa non andare a trovare un amico solo per fare due passi, ma avere a cuore la sua salute e la nostra”.

Nato a Latina nel 1991, è laureato in Economia e Marketing. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con TGcom24, IlGiornaleOff e Radio Rock.


Contatti:
4 Commenti
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
Giuseppina Di Guida
30 Aprile 2020 12:15

Buongiorno, allora ricapitolando Conte ha concesso di poterci recare da un ns congiunto.. Fidanzato/a.. Parente etc… Per chi ovviamente li ha nella stessa regione ed è sicuramente una fortuna… Mentre si penalizza chi purtroppo come me non vede il compagno (relazione stabile) da più di due mesi o parenti se si abita in regioni diverse… Si da il via libera ai pendolari perché giustamente bisogna pur man mano ritornare a lavorare.. Allora mi chiedo… Chi farà il pendolare.. Chi andrà ed avrà la fortuna di andare a trovare il proprio congiunto il virus non lo prenderà?? Certo.. Ci si chiede… Leggi il resto »

Marco Grazi
30 Aprile 2020 12:59

Qui si parla di “Si può parlare di affetto stabile, se si tratta di un partner o dell’unica persona cara che abbiamo in città”. Quindi in pratica quasi nessuno potrà incontrare il proprio partner perché quasi tutti abitano in città diverse….

Marco Grazi
30 Aprile 2020 12:49

E’ possibile avere un pò di chiarezza? Qui si parla di “città”, quindi se io sono di Napoli e la mia fidanzata è di Salerno non posso ancora vederla? Mi sembra una grande idiozia.

pippo
2 Maggio 2020 10:15

ma che stronzata se un amico viene a casa tua perché e’ in grado di cambiare la cinghia della serranda e ti da una mano visto che tu hai 77 anni che cazzo deve giustificare e soprattutto in che modo. Dovete tutti andare a cagare. Le persone vanno considerate adulte e responsabili, una volta stabilite le regole da osservare che sono del tutto inesistenti Sulla APP poi c’e’ la totale idiozia di far credere alle persone che il telefonino sia intelligente e che scovi gli infetti. in una situazione di rallentamento le probabilita’ che una persona sana in ciorcolazione si… Leggi il resto »


Contatti:
Riccardo Castrichini

Nato a Latina nel 1991, è laureato in Economia e Marketing. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con TGcom24, IlGiornaleOff e Radio Rock.

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora