×

Fase 2, Lamorgese: “Italiani responsabili, siamo soddisfatti”

"Italiani responsabili", la parole soddisfate del ministro Lamorgese sulla fase 2

Fase 2 Lamorgese Italiani responsabili

Da lunedì 4 maggio è iniziata la fase 2 della lotta al coronavirus e, dopo diverse settimane chiusi in casa, molti italiani sono tornati a lavorare. Si temeva il peggio, ma sembra che la situazione sia al momento sotto controllo, anche se va detto che il vero riscontro arriverà tra diversi giorni con l’eventuale aumento del numero dei contagi.

Il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, si è dichiarata soddisfatta ai microfoni di Radio anch’io di come gli italiani si siano comportati in questi primi giorni di fase: “I controlli sono stati numerosi mentre le persone sanzionate sono state in un numero davvero limitato. Gli italiani hanno dimostrato grande senso di responsabilità. Dopo settimane di chiusura si poteva pensare a qualche comportamento non proprio in linea con le prescrizioni, cosa che non c’è stata”.

Fase 2, da Lamorgese a Conte

Dello stesso tenore delle parole della Lamorgese sono state quelle pronunciate dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte durante un’intervista ad Affaritaliani. Il premier ha elogiato il comportamento degli italiani, invitandoli però a non abbassare la guardia: Gli italiani hanno mostrato, complessivamente, un grande senso di responsabilità. Nella reazione dei cittadini ho colto grande voglia di ripartire, ma anche consapevolezza che bisogna farlo nel rispetto delle regole”.

“Gli spostamenti sui mezzi pubblici e il ritorno al lavoro di milioni di persone – ha aggiunto Conte – si stanno svolgendo senza eccessivi disagi. È un primo passo incoraggiante, ma non dimentichiamo che la strada è lunga e non dobbiamo mai abbassare la guardia. Fino al 17 maggio saranno in vigore le misure contenute nell’ultimo Dpcm. Le Regioni ogni giorno ci forniranno i dati aggiornati. Con il rispetto delle regole sono fiducioso che la curva epidemiologica potrà ulteriormente rallentare in alcuni territori”.

Contents.media
Ultima ora