×

Salvini: “Questa è l’Italia che voglio per i miei figli”

Un collage pieno di selfie con persone di colore. La mossa 'riparatoria' di Salvini su Facebook dopo il caso Sylvestre.

salvini facebook
Il collage di selfie di Salvini su Facebook

Il buongiorno di Matteo Salvini per venerdì 19 giugno è alquanto particolare: il leader della Lega ha adottato una linea comunicativa che strizza l’occhio al ‘diverso’, forse per riassestare il colpo dopo le critiche, feroci, agli indirizzi di Sergio Sylvestre.

Quest’ultimo, infatti, è stato ampiamente criticato non tanto per la performance canora in occasione dell’esecuzione dell’inno di Mameli durante la finale di Coppa Italia, quanto per il pugno chiuso da ‘presunto’ compagno e il colore della sua pelle.

E già qui si riscontrerebbe la prima incoerenza della ricetta di salviniana memoria per un’Italia migliore. Perché gli ingredienti che il leader della Lega vorrebbe per il futuro del Paese sono, tra gli altri, “lealtà”. Sono stati alcuni dei suoi seguaci social, però, a sottolineargli come il problema – nei casi più eclatanti del mese come George Floyd e appunto Sergio Sylvestre – non sia il colore della pelle.

Il collage di Salvini su Facebook

Si sa, l’obiettivo della comunicazione politica è quello di trovare sempre il consenso dei propri elettori. Ed è probabilmente per correre ai ripari che Matteo Salvini, sul suo profilo Facebook, venerdì 19 giugno ha deciso di selezionare una serie di selfie coinvolgendo persone di colore. Un post molto accattivante a livello social che, però, non è esente da critiche. Anche perché la ricetta del leader della Lega prevede: “Rispetto delle regole, amicizia, lealtà, generosità, coraggio, felicità, onore. Questa è l’Italia che voglio per i miei figli”.

E sul rispetto delle norme qualcuno gli fa notare – richiamando gli assembramenti del 2 giugno a Roma durante la manifestazione di piazza del Centrodestra – come sia singolare questo invito da parte di Salvini. “Un post singolare scritto da uno che non sa quando sono obbligatorie le mascherine e che in piena pandemia andava a far spesa con la fidanzata” scrive un utente. Un altro, invece, rincara la dose: “Che coerenza. Ieri scriveva un post per attaccare un giovane di colore solo perché ha sbagliato una nota. Oggi ecco ‘sto post. E niente, fa già ridere così”.

Coraggio e lealtà che alcuni dei seguaci di Salvini non riscontrano neanche nell’operato di opposizione portato avanti dal Centrodestra. “Non mi va bene che l’opposizione se ne vada come protesta ogni volta che ha l’opportunità di alzare la voce”, scrive un follower bacchettando gli esponenti della Lega.

Contents.media
Ultima ora