×

Scuola, a settembre l’educazione civica diventa materia d’insegnamento

Condividi su Facebook

A settembre l'unica sicurezza resta una nuova materia d'insegnamento: l'educazione civica. Cosa apprenderanno gli alunni?

Educazione civica a scuola: la novità di settembre

Lo hanno anticipato le linee guida fornite dal ministero dell’Istruzione: l’educazione civica diventa materia d’insegnamento. Si tratta di una novità nella scuola italiana. Ciò significa che avrà un voto in pagella. L’insegnamento della materia sarà obbligatorio in tutti i gradi dell’istruzione, a partire dalla scuola dell’infanzia.

Educazione civica a scuola: i contenuti

Sono previste inoltre 33 ore annue di insegnamento della materia, valutate alla fine dell’anno tramite il voto in pagella. Fra gli argomenti che verranno trattati all’interno delle lezioni, ci saranno la Costituzione italiana, lo sviluppo sostenibile e la cittadinanza digitale.

Particolare importanza sarà data agli obiettivi di Sviluppo Sostenibile codificati nell’Agenda Onu 2030. Vi rientrano il rispetto dei diritti umani e la lotta al cambiamento climatico. Nel concetto di sostenibilità, saranno inclusi anche l’educazione alla salute, la tutela dei beni comuni e i principi di protezione civile.

A scuola si parla di cittadinanza digitale

Con la generazione Z fra i banchi di scuola, il ministero dell’Istruzione ha ritenuto doveroso includere il tema della cittadinanza digitale fra i perni dell’educazione civica.

Per cittadinanza digitale s’intende lo sviluppo di un pensiero critico sull’utilizzo dei sistemi digitali, inclusi i rischi. In questo modo, si cerca di arginare fra i banchi di scuola il fenomeno del cyberbullismo, ma anche formare i cittadini di domani. Le linee guida prevedono supporti specifici per gli insegnanti.

Davanti all’incertezza della scuola per il coronavirus, l’insegnamento dell’educazione civica appare l’unica finora possibile.

Marco Grieco, lucano classe 1987, è giornalista. Archeologo di formazione, è cresciuto a pane e giornalismo. Ha conseguito un master in giornalismo alla Eidos Communication di Roma e uno in comunicazione culturale alla Business School del Sole 24ORE. Collabora con TPI, L'Osservatore Romano e The Vision. Si occupa di inchieste sociali e politica estera, ma non disdegna la cultura e i temi pop. Curioso, ha un podcast di approfondimento giornalistico, Point of News, dove ama dare occhi e voce alle notizie nel mondo. Collabora con Notizie.it.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Marco Grieco

Marco Grieco, lucano classe 1987, è giornalista. Archeologo di formazione, è cresciuto a pane e giornalismo. Ha conseguito un master in giornalismo alla Eidos Communication di Roma e uno in comunicazione culturale alla Business School del Sole 24ORE. Collabora con TPI, L'Osservatore Romano e The Vision. Si occupa di inchieste sociali e politica estera, ma non disdegna la cultura e i temi pop. Curioso, ha un podcast di approfondimento giornalistico, Point of News, dove ama dare occhi e voce alle notizie nel mondo. Collabora con Notizie.it.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.