×

Salvini, intervento in Senato: “Smettetela di terrorizzare gli italiani”

Condividi su Facebook

Per Matteo Salvini l'emergenza coronavirus è finita: nel suo intervento in Senato ha invitato al governo a non terrorizzare i cittadini.

salvini intervento senato

Nel rispondere al ministro Roberto Speranza che aveva appena illustrato al Senato i contenuti del nuovo Dpcm volto a prorogare le restrizioni dal 15 al 31 luglio 2020, Matteo Salvini ha pronunciato un intervento dai toni accusatori contro il governo, reo a suo dire di terrorizzare gli italiani quando invece la fase emergenziale sarebbe finita.

L’intervento di Salvini in Senato

Gli italiani vogliono vivere, lavorare, amare e sperare senza distanziamento sociale“, ha affermato il leader della Lega Un invito dunque ad allentare le limitazioni anti coronavirus e non a dar retta “a qualche pseudo-virologo che pensa ai suoi interessi privati o a qualche ministro che non vuole perdere la poltrona“.

Un riferimento all’ipotesi di prorogare lo stato di emergenza che dai partiti di opposizione è visto come il tentativo dell’esecutivo di evitare eventuali elezioni politiche per mantenersi nei palazzi.

Per Salvini, che ha citato diversi medici e virologi, l’emergenza è finita: “Smettetela di terrorizzare l’Italia e gli italiani, smettetela di criminalizzare l’Italia come se fosse un lazzaretto“. Il rischio è a suo dire quello che ulteriori limitazioni creino più morti di fame di quanti non ne abbia fatti il virus.

Il solo annuncio della proroga avrebbe infatti causato, secondo lui, un danno di decine di miliardi di euro all’economia italiana. Ha poi esortato la maggioranza a prorogare la scadenza del versamento delle tasse del 20 luglio concedendo a chi non ce la fa qualche settimana in più.

Il numero uno del Carroccio si è poi spostato sui temi caldi dell’attualità che stanno tenendo impegnato il governo. Tra questi il dossier Autostrade con un implicito attacco al Movimento Cinque Stelle: “Gli unici che stanno facendo un regalo ai Benetton sono coloro che stanno bloccando la Gronda di Genova. Sono al governo. Fate qualcosa“. Ma anche i ritardi nell’erogazione della cassa integrazione con cui ha colto l’occasione per rivolgere un attacco all’Inps e al suo presidente Pasquale Tridico.

Nata in provincia di Como, classe 1997, frequenta la facoltà di Lettere presso l'Università degli studi di Milano. Collabora con Notizie.it


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Debora Faravelli

Nata in provincia di Como, classe 1997, frequenta la facoltà di Lettere presso l'Università degli studi di Milano. Collabora con Notizie.it

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.