×

Riparte la caccia ai 49 milioni della Lega: rogatoria in Svizzera

Condividi su Facebook

Continua la ricerca dei 49 milioni della Lega: la Procura di Milano avvia una rogatoria in Svizzera.

inchiesta sui 49 milioni della lega
Si continuano a cercare i 49 milioni della Lega: rogatoria in Svizzera

Continua la ricerca dei 49 milioni della Lega da parte della procura di Milano. Si indaga sui passaggi di denaro segnalati dalla ‘unità finanziaria della Banca d’Italia’ che vedono al centro dell’inchiesta società riconducibili a esponenti di spicco della politica italiana quali Alberto Di Rubba e Andrea Manzoni, rispettivamente revisori contabili del partito alla Camera e al Senato e collaboratori di Giulio Centemero, il tesoriere della Lega.

Quest’ultimo è stato rinviato a giudizio a Bergamo. E come ricostruisce l’edizione cartacea de La Repubblica di giovedì 16 luglio, per la ricerca dei 49 milioni della Lega è pronta una rogatoria in Svizzera.

Si indaga sui 49 milioni della Lega

Come ricostruisce il quotidiano romano, infatti, l’inchiesta della procura meneghina parte da una discussa compravendita a Cormano, in provincia di Milano: nello specifico, l’attenzione è focalizzata sull’acquisto di un immobile da parte della Lombardia Film Commission. Un acquisto alquanto sospetto secondo gli investigatori: nel 2017, infatti, una società immobiliarista, la Immobiliare Andromeda srl, lo ha rivelato a 400mila euro salvo rivenderlo, un anno dopo, alla Lombardia Film Commission al doppio del prezzo (800mila euro).

A destare sospetti – secondo gli investigatori del Uif – è il periodo in cui la compravendita è avvenuta: a capo dell’ente culturale lombardo c’era Di Rubba. Partendo da questa operazione, dunque, sono emersi giri intrigati di denaro da parte della Andromeda fino ad arrivare a società private appartenenti a personalità di spicco vicine alla Lega di Matteo Salvini. E secondo gli investigatori l’operatività posta in essere da Lombardia Film Commission: “Parrebbe configurare il trasferimento di fondi pubblici a soggetti vicini agli ambienti politici di riferimento del cliente”.

Nato a Reggio Calabria il 13 maggio del '93 con due passioni: lo sport e il giornalismo. Laureato in Comunicazione Pubblica e di Impresa a La Statale di Milano, ha ricoperto il ruolo di content editor per testate giornalistiche generaliste e a indirizzo sportivo del network Tmw. Ha ricoperto il ruolo di social media per le pagine di UrbanPost e LuxGallery. Appassionato di cinema e moda, ha preso parte alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 e al Pitti Uomo edizioni 2017 e 2018. In ambito politico, ha seguito la campagna elettorale del Referendum 2016 grazie al soggiorno presso la città di Firenze


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Antonino Paviglianiti

Nato a Reggio Calabria il 13 maggio del '93 con due passioni: lo sport e il giornalismo. Laureato in Comunicazione Pubblica e di Impresa a La Statale di Milano, ha ricoperto il ruolo di content editor per testate giornalistiche generaliste e a indirizzo sportivo del network Tmw. Ha ricoperto il ruolo di social media per le pagine di UrbanPost e LuxGallery. Appassionato di cinema e moda, ha preso parte alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 e al Pitti Uomo edizioni 2017 e 2018. In ambito politico, ha seguito la campagna elettorale del Referendum 2016 grazie al soggiorno presso la città di Firenze

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.