×

Leghisti credono alla fake news: scambiano Snoop Dogg per un migrante

Condividi su Facebook

Leghisti credono al meme che gira sul web e scambiano Snoop Dogg per un migrante.

Snoop Dogg
Snoop Dogg

Diversi leghisti hanno creduto alla fake news circolata sul web, scambiando Snoop Dogg per un migrante sbarcato a Lampedusa. La pagina satirica “Romani con Salvini” ha condiviso su Facebook un meme che rappresenta una vera e propria fake news. Nell’immagine appare il rapper americano Snoop Dogg completamente ricoperto d’oro e con il suo solito look originale.

Il cantante è stato fatto passare per un migrante di Lampedusa, preso di mira dalle campagne sociale dei leghisti. I leghisti presenti nella pagina sono immediatamente caduti in questo scherzo.

Leghisti

LEGGI ANCHE: Coronavirus, Salvini e i leghisti occupano Senato e Camera

Leghisti scambiano Snoop Dogg per migrante

La pagina satirica “Romani con Salvini” ha condiviso un meme che vede come protagonista Snoop Dogg. “Non ho soldi per comprare da mangiare per colpa di Salvini. Cosa gli rispondiamo a questo signore appena sbarcato a Lampedusa?” è scritto sulla foto. L’intento degli autori era quello di fare un po’ di ironia su un argomento del genere, visto che la pagina è satirica. Molti follower hanno subito capito che era uno scherzo e hanno commentato di conseguenza.

Drop it like it’s hot“, “Tornatene in California” e altri commenti del genere sono apparsi sulla pagina.


Non tutti, però, hanno capito l’inganno. Tantissimi follower hanno seriamente creduto che quello della foto fosse un migrante, non rendendosi conto che si tratta del famoso rapper americano.

Ritorna al tuo Paese“, “questo è uno che se stava a casina sua levava un voto ai sinistroidi”, “Mio padre, quando andavo a scuola nelle vacanze, invece di giocare con i miei amici, mi diceva vieni ad imparare come si lavora, e avevo solo 12 anni” sono solo alcuni dei commenti assurdi apparsi sotto la foto. Lo scatto ha scatenato una guerra social tra chi cercava di spiegare che in realtà si tratta di un rapper famoso e chi, invece, lo insultava convinto che fosse realmente un migrante.

LEGGI ANCHE: Camera: Trizzino, ‘chiedo scusa per aver definito i leghisti trogloditi e incolti’


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.