×

Coronavirus, Puglia: quarantena per chi rientra dalle vacanze

Coronavirus: il governatore della Puglia Michele Emiliano ha disposto l'obbligo di quarantena per chi rientra da Grecia, Malta e Spagna.

coronavirus puglia quarantena rientri

Emergenza coronavirus in Puglia: disposta la quarantena obbligatoria per chi torna da Grecia, Malta, Spagna. Il governatore Michele Emiliano ha firmato una nuova ordinanza dopo i numerosi casi di pugliesi risultati positivi alla Covid-19 dopo essere rientrati da questi Paesi.

Il presidente della Regione Puglia ha disposto quindi il provvedimento in quanto “Grecia, Malta, Spagna sono Paesi con alta circolazione virale in questo momento”. Tutti i contagiati rientravano dalle vacanze estive.

Coronavirus in Puglia: nuova ordinanza

Si tratta della prima ordinanza del genere verso Paesi europei a partire dalla fine del lockdown in Italia. Nel dettaglio, per limitare la diffusione del coronavirus in Puglia, Emiliano ha predisposto a partire dal 12 agosto l’obbligo di isolamento fiduciario di 14 giorni per chi rientra in Puglia. I Paesi su cui si concentra il testo dell’ordinanza, come già accennato, sono Grecia, Malta e Spagna.

Obbligo di autosegnalarsi

“Vi ricordo – ha spiegato Michele Emiliano – che rimane l’obbligo per tutti coloro che arrivano da altre Regioni italiane e da tutti i Paesi esteri di autosegnalarsi sul sito https://www.sanita.puglia.it/autosegnalazione-coronavirus. Questo obbligo è disposto per tutti, residenti in Puglia e non residenti e quindi anche per i turisti”.

Tracciamento dei contatti stretti

“Per coloro che si autosegnalano si attiva la sorveglianza attiva da parte dei Dipartimenti di prevenzione delle Asl. – ha continuato il governatore – Grazie a un protocollo sottoscritto con le forze dell’ordine, i controlli sul rispetto dell’obbligo di autosegnazione saranno rafforzati. Le forze dell’ordine daranno anche supporto all’azione delle nostre Asl nel tracciamento dei contatti stretti dei casi positivi alla Covid-19. Accanto a queste misure vi informo che si amplia l’offerta dell’esecuzione del tampone per tutti coloro che rientrano in Puglia da aree a rischio”.

Contents.media
Ultima ora