×

Sicilia, presidente Musumeci annuncia chiusura degli Hotspot

Una notizia inaspettata. Il governatore della regione Sicilia Nello Musumeci ha annunciato la chiusura degli Hotspot. “Non poteva continuare”.

sicilia chiusura hotspot
sicilia chiusura hotspot

Una notizia che nessuno si sarebbe aspettato e che è arrivata come un fulmine a ciel sereno. Il governatore della regione Sicilia Nello Musumeci ha annunciato la chiusura di tutti hotspot destinati a ospitare i migranti sull’isola. Quella di Musumeci è una presa di posizione contro uno Stato che per tanto tempo ha usato la Sicilia come territorio di sbarco per chi veniva dal mare mediterraneo scappando da povertà e guerra.

Entro poche ore il presidente avrà tra le sue mani che sarà l’ordinanza che potrebbe mettere fine all’accoglienza dei migranti in Sicilia.

Sicilia, la chiusura degli Hotspot: basta accoglienza

“La Sicilia non può continuare a subire questa invasione di migranti. Tra poche ore sara’ sul mio tavolo l’ordinanza con cui dispongo lo sgombero di tutti gli Hotspot e dei Centri di accoglienza esistenti. Si attivi un ponte-aereo immediatamente e si liberi la Sicilia da queste vergognose strutture, iniziando da Lampedusa.

Le regole europee e nazionali sono state stracciate.” Così ha esordito il presidente della regione Sicilia, in quello che possiamo definire un discorso pieno di rabbia. Del resto i continui rimbalzi di responsabilità tra Italia ed Europa e l’utilizzo della stessa Sicilia come porto d’Europa e territorio di sbarco della maggioranza dei migranti, non ha fatto che alimentare questa rabbia a lungo repressa.

“L’Europa fa finta di niente e il governo nazionale ha deciso, malgrado i nostri appelli, di non attuare i decreti vigenti e di non chiudere i porti, come invece ha fatto lo scorso anno con il decreto interministeriale Interno-Difesa-Trasporti.

C’è una colpevole sottovalutazione del fenomeno senza precedenti. E non capiscono quanto stia crescendola tensione. Vogliono far diventare razzisti i siciliani, che sono il popolo più accogliente di tutto il mondo? Adesso se vogliono a Roma impugnino pure la mia ordinanza. Basta: abbiamo avuto fin troppo rispetto istituzionale su questa emergenza, ricambiato da silenzi, indifferenza e omissioni” Ha concluso il presidente.

Contents.media
Ultima ora