×

Daniela Santanchè al Twiga: “Io e Briatore armi di distrazione di massa”

Daniela Santenché ha definito la vicenda sua e di Briatore un'arma di distrazione di massa e ha esortato i clienti del Twiga a rispettare le norme.

Daniela Santanché Twiga

Nella serata di venerdì 28 agosto 2020 Daniela Santanchè si è recata personalmente al Twiga di Forte dei Marmi, locale di cui è socia, per appellarsi ai clienti affinché non ballassero e non postassero foto e video sui social network che spesso, a seconda della prospettiva da cui vengono scattate, possono far sembrare ammassate persone che nella realtà mantengono il distanziamento sociale.

L’appello di Daniela Santanchè al Twiga

Ho veramente un appello da farvi: se per cortesia possiamo rispettare le misure, che magari non ci piacciono e che magari possiamo contestare. Dobbiamo essere responsabili“. É iniziato così il breve intervento della senatrice di Fratelli d’Italia che ha esortato i clienti del club a non violare le norme relative alla sospensione dell’attività da ballo.

Impossibile poi non spendere qualche parola su Briatore, proprietario del locale toscano nonché del Billionaire di Porto Cervo finito al centro della polemiche dopo il focolaio di coronavirus registratosi nel suo club in Sardegna in cui anch’egli è rimasto contagiato.

Ci stanno massacrando, io e Flavio siamo molto utili come armi di distrazione di massa dai tanti problemi che ha questa nazione. Ma pazienza, le nostre spalle sono grosse“, ha affermato. La senatrice è stata anch’essa bersagliata per presunti assembramenti al Twiga durante l’ospitata di Nek per cui non si esclude l’apertura di un’inchiesta.

Ma, a dimostrazione del fatto che “abbiamo lavorato bene“, ci ha tenuto a ricordare che tutto il personale del locale ha fatto i tamponi ed è risultato negativo ai test per il coronavirus.

Una notizia per cui l’amministratore delegato Mario Cambiaggio aveva già espresso soddisfazione definendola un risultato più che eccellente.

Contents.media
Ultima ora