×

Referendum taglio dei parlamentari: chi può votare il 20 e 21 settembre

Chi può votare al referendum indetto per il 20 e 21 settembre e relativo alla riforma del taglio dei parlamentari della Repubblica?

referendum taglio parlamentari chi può votare

Domenica 20 e lunedì 21 settembre più di cinquanta milioni di italiani saranno chiamati a partecipare al referendum per esprimere la loro posizione in merito alla riforma, già approvata da Camera e Senato, sul taglio dei parlamentari: chi può votare?

Referendum taglio dei parlamentari: chi può votare

La normativa prevede che potranno votare tutti i cittadini italiani che al 20 settembre 2020 abbiano compiuto il diciottesimo anno di età. Per poter partecipare alla consultazione popolare dovranno essere muniti di documento d’identità valido e tessera elettorale. Nel caso l’abbiano smarrita, danneggiata o siano finiti gli spazi a disposizione, possono richiederla per tempo all’ufficio elettorale del comune di residenza.

Questo rimarrà aperto venerdì 18 e sabato 19 settembre 2020 dalle ore 9.00 alle ore 18.00, mentre nei giorni del referendum per tutta la durata delle votazioni.

Qualora un avente diritto si trovasse invece ricoverato in ospedale potrà votare nelle sezioni ospedaliere se struttura che lo ospita ha almeno 100 posti letto. Il suo voto verrà invece raccolto da appositi seggi speciali, previa domanda, in caso il polo abbia meno postazioni.

Allo stesso modo potranno votare anche i cittadini che, per ragioni sanitarie, devono osservare l’isolamento domiciliare e pertanto non hanno la possibilità di recarsi fisicamente alle urne. Tra il decimo e il quinto giorno antecedente quello della votazione possono infatti rivolgersi al Comune che si adopererà per garantirgli il diritto di voto.

Potranno altresì votare i cittadini italiani che si trovano temporaneamente fuori dal territorio nazionale per motivi di lavoro, studio, cure mediche o come accompagnatori di familiari per un periodo di almeno 3 mesi. Costoro dovevano presentare entro il 19 agosto 2020 la domanda al Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti per ricevere il plico elettorale contenente la scheda per il voto all’indirizzo di temporanea dimora all’estero.

Contents.media
Ultima ora