×

“Omosessualità contro natura”, bufera sul consigliere comunale di FdI

Condividi su Facebook

È polemica sulle frasi pronunciate dal consigliere comunale potentino Michele Napoli, il quale ha affermato che: "L'omosessualità è contro natura".

“L’omosessualità è contro natura”, con queste parole un consigliere comunale di Potenza ha giustificato la propria opposizione alla legge Zan contro l’omotransfobia, sollevando un nugolo di polemiche proprio a pochi giorni dalla morte di Maria Paola Gaglione, i cui familiari non avrebbero accettato la sua relazione con un uomo transgender.

Il consigliere di Fratelli d’Italia Michele Napoli si è successivamente scusato per le frasi pronunciate in aula, definendole “Espressioni assolutamente infelici”.

“Omosessualità contro natura”, polemica su consigliere

Nel corso di un suo intervento durante il dibattito sulla mozione contro la legge Zan, mozione in seguito approvata dalla maggioranza, il consigliere Napoli ha affermato: “Diciamocelo con chiarezza, così usciamo dagli equivoci: l’omosessualità è contro natura perché contraddice la legge naturale della vita, il diritto naturale, che è un diritto sacrosanto, la differenza tra sessi e la riproduzione della specie”.

Non sono tardate ad arrivare le critiche di numerosi esponenti del mondo politico regionale e nazionale, tra cui quelle della senatrice del Pd Monica Cirinnà, che ha dichiarato come proprio le affermazioni del consigliere alimenterebbero il clima di tolleranza e pregiudizio vigente ancora oggi in Italia contro le persone Lgbt: “Le parole pronunciate ieri in Consiglio comunale a Potenza da Michele Napoli, esponente di Fratelli d’Italia, offendono la dignità di milioni di cittadine e cittadini italiani.

Definire l’omosessualità “contro natura”, nel 2020 e in Italia, non è solo aberrante ma anche profondamente irresponsabile”.

Le scuse di Michele Napoli

A seguito delle polemiche sollevatesi, lo stesso consigliere Napoli ha successivamente chiesto scusa per le sue parole, precisando come il suo volesse soltanto essere un intervento a favore dei valori della famiglia tradizionale: “Nel corso del mio intervento, però, ho usato delle espressioni assolutamente infelici e mi dispiace molto per questo.

Mi scuso per aver espresso male alcuni concetti e mi dispiace se le mie parole hanno offeso qualcuno. L’obiettivo del mio intervento era ribadire la centralità del ruolo della famiglia naturale nella nostra società e il dovere delle Istituzioni di difenderla”.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.