×

Soldi Lega, nuova pista in Russia: stretta sulla ditta Barachetti

Condividi su Facebook

Le indagini su Lombardia Film Commission hanno scoperchiato una nuova pista di soldi Lega in Russia. Implicato Barachetti.

Una nuova pista riporta la questione dei soldi della Lega ancora in Russia
Una nuova pista riporta la questione dei soldi della Lega ancora in Russia

Continuano le indagini su Francesco Barachetti, indagato nell’inchiesta Lombardia Film Commission che ha portato all’arresto di tre commercialisti vicini alla Lega, e su una nuova pista che porterebbe a Mosca. Il fascicolo relativo ai soldi della Lega in Russia si arricchisce infatti di un’informativa della Guardia di Finanza su un elettricista proprietario della Barachetti Service srl nonché marito di Tatiana Andreeva, titolare di una società che, a detta degli inquirenti, avrebbe investito e schermato parte dei soldi del Carroccio per l’acquisto di un appartamento.

La Barachetti srl avrebbe in pratica depistato il flusso di denaro proveniente dalla Lega, versati alla società dell’elettricista come compenso di prestazioni professionali, ma poi parte di quei soldi sarebbero ritornati nelle casse del partito.

Soldi Lega Russia, nuova pista

Secondo le annotazioni della Gdf, la ditta di Barachetti “risulta beneficiaria di fondi trasferiti da una fondazione partecipata da enti locali la cui provvista è riconducibile alla ricezione di fondi pubblici.

Adesso il titolare dovrà spiegare perché una parte dei 350 mila euro che la Lega ha versato alla Barachetti Service srl in un anno è stata rispedita al mittente.

Mentre gli inquirenti sono ancora sulle tracce dei soldi del Carroccio in Russia e, nello stesso tempo, sono decisi a seguire il flusso dei fondi della Lega nei paradisi fiscali delle isole Cayman e Cipro, dalle pagine de Il Fatto Quotidiano fanno tremare le parole di Michele Scillieri, uno dei tre commercialisti arrestati nell’ambito dell’inchiesta sul movimento di denaro alla Lombardia Film Commission.

Scillieri parla infatti di “tonnellate di soldi” e un “cassetto della memoria” che è meglio non aprire. Dice Scillieri: “Questi non mi devono scassare le balle, perché io di cose ne so, e vorrei tenermele per me e portarmele nella tomba, però se apro quel cassetto…”.

Classe 1980, originario di Diamante (CS), è laureato in Scienze delle Comunicazioni e si occupa di scrittura creativa per il web. Ha collaborato con diverse testate, sia cartacee (‘CalabriaOra’ e ‘Il Meridione’) che online. Scrive per Notizie.it e Actualidad.es.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Vincenzo Bruno

Classe 1980, originario di Diamante (CS), è laureato in Scienze delle Comunicazioni e si occupa di scrittura creativa per il web. Ha collaborato con diverse testate, sia cartacee (‘CalabriaOra’ e ‘Il Meridione’) che online. Scrive per Notizie.it e Actualidad.es.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.