×

Referendum taglio dei parlamentari, risultato finale: vince il sì

Condividi su Facebook

È terminato il conteggio dei voti per il referendum sul taglio dei parlamentari. A spoglio ultimato il sì ha vinto con poco meno del 70%.

Si è conclusa alle ore 15 anche la seconda giornata di voto per il referendum costituzionale sul taglio dei parlamentari. Secondo i risultati definitivi comunicati dal ministero dell’Interno i sì hanno vinto con poco meno del 70% dei voti. Dopo aver seguito i primi exit poll, Notizie.it ha seguito lo spoglio e comunicato e i risultati in diretta della tornata referendaria e quelli delle elezioni regionali 2020.

Referendum taglio parlamentari, i risultati

A circa quindici minuti dalla chiusura delle urne il ministero dell’Interno ha iniziato a diffondere i primi dati reali sul referendum. Al momento, con tutte le 61.622 sezioni scrutinate, il sì ha vinto con il 69,64% dei voti mentre il no ha ricevuto soltanto il 30,36% dei voti.

A seguito della conferma della vittoria del sì si apre ufficialmente la strada per il taglio del numero dei parlamentari: con i deputati che scenderanno da 630 a 400 e i senatori da 315 a 200. Nessuna variazione invece per i senatori a vita il cui numero rimarrà invariato.

Gli exit poll

Secondo i primi exit poll comunicati dalla Rai alla chiusura delle urne i sì sarebbero stati avanti con il 60-64% dei voti, mentre i no sarebbero rimasti fermi al 36-40%.

Una previsione, da confrontarsi successivamente con i dati reali, che molti preventivavano ma che avrebbe potuto venire messo in discussione dalla bassa affluenza alle urne.

Il commento di Luigi Di Maio

Con i dati reali del referendum ormai delineati verso la vittoria del sì il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha espresso sui social il proprio entusiasmo, definendo l’approvazione del taglio dei parlamentari un risultato storico: “Torniamo ad avere un Parlamento normale, con 345 poltrone e privilegi in meno.

È la politica che dà un segnale ai cittadini. Senza il MoVimento 5 Stelle tutto questo non sarebbe mai successo”.

Nel corso di una conferenza stampa alla luce dei risultati elettorali, Di Maio ha inoltre auspicato l’approvazione di una nuova legge elettorale di tipo proporzionale che possa garantire la governabilità al Paese.

Zingaretti: “Aperta stagione delle riforme”

Soddisfatto del risultato anche il segretario del Pd Nicola Zingaretti, che in conferenza stampa ha dichiarato aperta una nuova stagione di riforma: “Si conferma che il Pd è la forza del cambiamento, garante in questa legislatura di un percorso di modernizzazione delle istituzioni di cui sentiamo il bisogno. Lo dico perché con la vittoria del sì si apre la stagione delle riforme e con gli alleati faremo di tutto perché questa stagione vada avanti spedita. Il no avrebbe bloccato questa speranza di campare le istituzioni. […] Il Pd farà di tutto per rappresentare le preoccupazione delle persone che hanno votato no”.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:
4 Commenti
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
petronilli disturbatori cell ore 18.00- 18- 25 vic
21 Settembre 2020 18:29

3336109xxx

calamiggnatto 57 e i suoi sgherri infami
22 Settembre 2020 00:10

un grandissimo risultato…forza movimento 5 stelle sempre

giacy, maullixio, sporcamp e simuli loschi xona
22 Settembre 2020 00:11

bravi, bravi, bravi

il puffo fortuto insuso è cretino
22 Settembre 2020 00:12

ottimo avanti così


Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche

Contents.media