×

Mattarella risponde a Boris Johnson: “Amiamo la libertà, ma anche la serietà”

Il presidente della Repubblica difende gli italiani, accusati dal premier britannico di sacrificare la libertà in nome del contenimento dei contagi.

Mattarella risponde a Boris Johnson

Botta e risposta a distanza tra Sergio Mattarella e Boris Johnson, all’indomani del discorso con cui il premier britannico ha accusato gli italiani di essere disposti a sacrificare la libertà pur di essere maggiormente tutelati contro la pandemia. Parole che non sono piaciute non solo a molti cittadini italiani ma anche al Capo dello Stato, che durante la commemorazione di Cossiga a Sassari ha replicato al numero uno di Downing Street.

Sergio Mattarella risponde a Boris Johnson

Durante un intervento alla Camera dei Comuni, in un momento particolarmente drammatico per la Gran Bretagna alle prese con un significativo aumento dei contagi e con l’introduzione di nuove restrizioni, Boris Johnson ha dichiarato che gli inglesi, a differenza di italiani e tedeschi, amano la libertà.

Al premier inglese era stato chiesto come fosse possibile che paesi come Italia e Germania avessero meno contagi, pur non avendo attuato le nuove norme restrittive.

C’è un’importante differenza fra il nostro Paese e molti altri nel mondo poiché il nostro è un Paese che ama da sempre la libertà. Se guardiamo alla storia degli ultimi 300 anni, ogni avanzamento, dalla libertà di parola alla democrazia, è venuto virtualmente da questo Paese. È quindi molto difficile chiedere al popolo britannico di obbedire uniformemente alle direttive oggi necessarie” ha dichiarato Johnson. La risposta di Mattarella è arrivata subito, seria e puntuale: “Anche noi italiani amiamo la libertà ma abbiamo a cuore anche la serietà

Contents.media
Ultima ora