×

Covid-19, Sgarbi: “Confinare asintomatici è una misura fascista”

Condividi su Facebook

"Abbiamo una Italia fascista. Il Covid-19 è una malattia da cui si guarisce", così Vittorio Sgarbi si è scagliato contro le misure del governo.

sgarbi

Vittorio Sgarbi senza freni. Il critico d’arte e docente universitario si è scagliato contro il Governo per le misure messe in atto per contrastare la diffusione del Covid-19: dalla quarantena per i positivi all’uso della mascherina anche all’aperto.

Misure che egli ha definito fasciste.

Il duro attacco di Sgarbi: “Italia fascista”

Vittorio Sgarbi è intervenuto a toni duri in Aula alla Camera, dopo avere ascoltato le misure del nuovo dpcm, in uscita a ottobre, annunciate dal Ministro della Salute Roberto Speranza, il quale ha ribadito al Parlamento la necessità di mantenere alta l’attenzione per evitare una nuova ondata in Italia di Covid-19. I provvedimenti, tuttavia, non sono stati graditi dal critico d’arte.

La prevenzione – ha tuonato Sgarbi è il nome che si dà alla repressione. Abbiamo una Italia ristretta, chiusa, fascista. Il confinamento dei positivi asintomatici è una misura repressiva fascista. Misure di questo genere non ci sono in Germania, in Svezia o in Albania.

Perché – si domanda il critico d’arte – non si cercano i malati di Epatite C? Il Covid è una malattia da cui si guarisce.

Occorre individuare i rischi reali e prendere misure necessarie, e non indurre nei cittadini paura di andare da soli nel bosco o obbligarli all’uso della mascherina, che è un’assurdità“.

Nata a Palermo, classe 1998, è laureata in Scienze delle comunicazioni per i media e le istituzioni e iscritta all'Albo dei giornalisti pubblicisti. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Mediagol e itPalermo.


Contatti:
1 Commento
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
Lucio Caratozzolo
6 Ottobre 2020 15:35

Caro Sgarbi, sono, come sempre perfettamente d’accordo con te. Si fa “cassetta” multando la gente senza mascherina. Si farà “cassetta” coi vaccini. Caro Sgarbi, l’Italia non ha mai smesso di essere “fascista”. Dài una mano se puoi, e insisti nella lotta contro questi fanfaroni e “opportunisti”.


Contatti:
Chiara Ferrara

Nata a Palermo, classe 1998, è laureata in Scienze delle comunicazioni per i media e le istituzioni e iscritta all'Albo dei giornalisti pubblicisti. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Mediagol e itPalermo.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.