×

Nuovo Dpcm, limitazioni per le cerimonie religiose e stop al calcetto

Condividi su Facebook

Il governo Conte sta studiando le restrizioni che saranno contenute all'interno del nuovo Dpcm: tra queste la chiusura di locali e ristoranti alle 24.

nuovo dpcm

Sta prendendo forma nelle stanze dell’esecutivo romano il nuovo Dpcm che potrebbe entrare in vigore già a partire dalla giornata di luned’ 12 ottobre. Il documento è infatti attualmente allo studio a seguito dell’incremento dei contagi da coronavirus registratosi in Italia nelle ultime settimane e arriva a pochi giorni dalla decisione di prorogare lo stato di emergenza nazionale fino al prossimo 31 gennaio 2021.

Tra le nuove restrizioni contenute all’interno del Dpcm anche lo stop alle feste private e la chiusura di locali e ristoranti a mezzanotte.

Nuovo Dpcm, ipotesi sulle restrizioni

Obiettivo principale del nuovo Dpcm sarà pertanto quello di limitare il più possibile un ulteriore diffondersi del contagio da coronavirus, ponendo uno stop totale a feste e ricevimenti anche quando organizzati all’interno di abitazioni private. Limitazioni anche per quanto riguarda i banchetti successivi a cermonie religiose come battesimi, comunioni e matrimoni, che non dovranno avere più di trenta invitati.

Restrizioni anche per quanto riguarda gli sporto di contatto, tra cui molto probabilmente verrà inserito anche il calcetto, mentre in merito a locali e ristoranti il governo avrebbe intenzione di introdurre la chiusura obbligatoria a mezzanotte nonché il divieto di sostarvi davanti a partire dalle ore 21.

Incentivi allo smartworking

Con l’aumento dei contagi il governo sta inoltre valutando nuove chiusure “chirurgiche e tempestive”, oltre a un probabile ritorno del divieto di spostamento tra le regioni.

Ventilata anche una stretta sui trasporti pubblici con incentivi per un ulteriore aumento dello smartworking, in modo da limitare per quanto possibile il pendolarismo e il conseguente rischio di contagio sui mezzi di trasporto. Sul versante clinico, sono allo studio interventi per far funzionare in maniera più veloce ed efficace il sistema dei tamponi.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:
1 Commento
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
Federica
16 Ottobre 2020 00:12

Orribile


Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.