×

Conte, teoria dell’orologio: la conferenza stampa era registrata?

Condividi su Facebook

Sul web sta circolando la teoria dell'orologio, secondo cui la conferenza stampa di Giuseppe Conte sarebbe stata registrata.

Giuseppe Conte

Ieri, domenica 18 ottobre 2020, milioni di italiani aspettavano la conferenza stampa in diretta del premier Giuseppe Conte. Il pubblico era in trepidante attesa, sui social tutti si chiedevano come mai il premier stesse ritardando, ma nessuno riusciva a darsi una risposta.

Finalmente alle 21.30 Conte ha svelato a tutti gli italiani le misure del nuovo dpcm. Un piccolo dettaglio, però, ha scatenato il popolo del web.

Conferenza stampa di Conte

Durante la tanto attesa diretta di Giuseppe Conte, sono state annunciate tutte le novità del nuovo Dpcm in vigore fino al 13 Novembre. La curiosità sulle nuove misure era sempre più forte e sui social network non si parlava d’altro che dello strano ritardo del premier. Tra le novità, alla fine, ha annunciato più potere per i sindaci, che possono decidere se chiudere strade o piazze per evitare gli assembramenti, diversi orari per le attività di ristorazione, i turni delle scuole e l’obbligo di sedere in 6 al tavolo di un ristorante.

Mentre Giuseppe Conte parlava, tutti hanno notato uno strano dettaglio, che ha scatenato una forte polemica. Le persone hanno notato che, durante la conferenza stampa, l’orologio del premier segnava le 17.55 invece delle 21.30. Da questo dettaglio è sorta una domanda spontanea: la conferenza stampa di Conte era registrata. La maggior parte degli utenti dei social network pensa realmente che sia così. L’orologio è una prova abbastanza evidente che la conferenza non sia stata fatta in diretta.

Tutti attendono una spiegazione di Giuseppe Conte.

Un probabile problema dell’orologio

È altamente improbabile che la conferenza stampa del premier Conte fosse stata pre-registrata. Più realisticamente si tretterebbe semplicemente di un problema del suo orologio, probabilmente mal regolato o non ricaricato. Del resto a riprova del fatto che la conferenza stampa del presidente del Consiglio sia effettivamente avvenuta alle 21.30 vi è il successivo intervento dei giornalisti che hanno assistito all’intervento del premier e che, subito dopo, gli hanno posto una serie di domande.

Insomma molto banalmente Conte potrebbe aver dimenticato di ricaricare il suo orologio dando adito ad una ‘teoria dell’orologio’ non veritiera.

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Chiara Nava

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it

Leggi anche

Contents.media