×

Lockdown morbido dal 9 novembre: l’ipotesi se la curva continua a salire

Condividi su Facebook

Qualora la curva dovesse continuare a salire, l'Italia potrebbe entrare in un lockdown morbido a partire dal 9 novembre: di cosa si tratta?

ipotesi lockdown morbido dal 9 novembre

Dopo Francia e Germania, anche in Italia potrebbe essere istituito un lockdown morbido dal 9 novembre: è quanto ipotizzato dal Messaggero dopo il record di contagi registratosi mercoledì 28 ottobre 2020.

Lockdown morbido dal 9 novembre?

Sia durante l’informativa alla Camera che nel corso l’incontro con le categorie produttive il Premier Conte aveva escluso l’istituzione immediata di chiusure generalizzate per contrastare l’epidemia. La sua intenzione è infatti quella di vedere l’effetto delle nuove restrizioni appena introdotte, tra cui la chiusura di palestre, teatri e cinema nonché la serrata di bar e ristoranti alle 18.

La curva continua però a salire così come il numero di pazienti ricoverati con coronavirus, cosa che lascia ipotizzare un anticipo del giro di vite per poter salvare il periodo natalizio.

L’Istituto Superiore di Sanità ha fissato a 35-40 mila contagi la soglia per entrare nello scenario 4 delineando anche le limitazioni che andrebbero attuate in tal caso. Si tratterebbe di un lockdown cosiddetto morbido, vale a dire meno duro di quello di marzo e aprile su modello di quello annunciato in Francia.

Questo ciò che dovrebbe prevedere:

  • aziende, fabbriche e uffici aperti
  • negozi chiusi tranne gli alimentari
  • spostamenti limitati a esigenze di lavoro, salute o necessità
  • stop ai movimenti fuori dai confini comunali e regionali con lockdown territoriali nelle città più colpite

L’obiettivo è quello di ridurre al minimo i contatti tra familiari non conviventi e amici, che secondo le stime genererebbero il 75% dei contagi, e fermare gli affollamenti sui mezzi pubblici.

Una stretta che, se le misure varate si rivelassero non sufficienti, potrebbe entrare in vigore già dalla seconda settimana di novembre.

Nata in provincia di Como, classe 1997, frequenta la facoltà di Lettere presso l'Università degli studi di Milano. Collabora con Notizie.it


Contatti:
4 Commenti
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
CATERINA
29 Ottobre 2020 13:31

dobbiamo lavorare tutti quanti, come faremo ad andare avanti cari politici!!!! ci state distruggendo il mondo…

Franco
29 Ottobre 2020 14:26

Questo si chiama lockdown a vita. ….se il virus non finisce la sua ascesa. ..siamo tutti condannati. ..alla miseria. ..disperazione e tristezza depressiva. ..se nn si è colpiti dal contagio. …l’estinzione dell ‘uomo è imminente. ..

petronillo politico polixi corrotto molesta vicchy
29 Ottobre 2020 16:58

io sono testimone di porcate

Paolo
30 Ottobre 2020 07:47

Una vergogna assoluta l, dobbiamo ribellarci. Invece di cercare di gestire la situazione al meglio creando assistenza domiciliare (x evitare intasame ti ospedali) gestione trasporti (ci pensano.ora!) ricerca medici e posti letto (bandi patiti ora!), chiudono tutto. Facile così eh? Siete degli incompetenti come altri governanti oppure non è incompetenza ma una volontà precisa. Dobbiamo ribellarci e nn accettare il lockdown. È poi basta con questo continuo terrorismo!!!


Contatti:
Debora Faravelli

Nata in provincia di Como, classe 1997, frequenta la facoltà di Lettere presso l'Università degli studi di Milano. Collabora con Notizie.it

Leggi anche

Contents.media