×

Calabria, Spirlì: “Rimediamo ai commissari che pensano alla droga”

Condividi su Facebook

In Calabria Spirlì firma l'ordinanza per la conversione dei posti letto e attacca i commissari ad acta.

Calabria Spirlì commissari

Nino Spirlì, presidente reggente della Regione Calabria, ha firmato l’ordinanza n.85 nella quale si prevede la conversione di posti letto di area medica in posti letto Covid-19 (+234) e l’aumento delle terapie intensive (+10). Un provvedimento che pone fine, almeno in parte, alle problematiche nate in questi giorni dopo la figuraccia in tv del commissario straordinario alla Sanità, Saverio Cotticelli, e del suo successore, Giuseppe Zuccatelli, con il video contro la mascherina diventato virale.

Calabria Spirlì: “Rimediamo ai commissari”

Nel testo dell’ordinanza si legge che dopo la “presa d’atto dell’inerzia del commissario ad acta per l’attuazione del Piano di rientro dal disavanzo sanitario nell’attuazione delle misure e degli interventi ricadenti in capo alla sua esclusiva competenza e della mancata ottemperanza, da parte delle Aziende a quanto previsto dall’ordinanza n.

82/2020, in ordine al trasferimento, presso i Presidi ospedalieri territoriali direttamente gestiti dalle Asp, dei pazienti Covid 19 ricoverati stabilizzati e non ancora dimissibili al proprio domicilio”.

Quanto alla conversione dei posti letto, per la parte nord della Regione, nelle strutture di Rogliano, Rossano Corigliano-Rossano e Paola-Cetraro si prevede una riconversione di 74 posti letto di degenza ordinaria e l’attivazione di 10 posti letto di terapia intensiva.

A sud, per la struttura di Gioia Tauro, si prevedono 40 nuovi posti letto Covid-19, mentre al centro, nella struttura di Soveria Mannelli viene indicata la riconversione di 20 posti letto e l’adattamento della struttura Villa Bianca (sede del Policlinico universitario di Catanzaro) dove sono previsti 100 posti letto Covid.

Il commento di Spirlì sui commissari

L’ordinanza è stato presentata dallo stesso Spirlì in un conferenza stampa trasmessa su Facebook.

Il governatore reggente ha affermato con orgoglio che ora anche la “Calabria ha i suoi ospedali covid”. Hanno poi fatto seguito ringraziamenti ai cittadini che hanno avuto la pazienza di comprendere la situazione, ma anche forti critiche ai commissari Cotticelli e Zuccatelli.

“Questo – ha detto Spirlì – è quello che avrebbero dovuto fare i vari commissari ad acta anziché parlare di droghe in movimento, di cateteri particolari o di baci prolungati. Questo era quello che da mesi chiedevamo e che non abbiamo mai ottenuto.

Oggi, assumendomene tutta la responsabilità, ho deciso di fare questa ordinanza perchè non c’era più tempo”.

Nato a Latina nel 1991, è laureato in Economia e Marketing. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con TGcom24, IlGiornaleOff e Radio Rock.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Riccardo Castrichini

Nato a Latina nel 1991, è laureato in Economia e Marketing. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con TGcom24, IlGiornaleOff e Radio Rock.

Leggi anche

Contents.media