×

Boccia sul Covid: “Positivo dopo aver usato asciugamano di mia moglie”

Condividi su Facebook

Il ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia ha spiegato di essersi preso il Covid utilizzando l'asciugamano della moglie Nunzia De Girolamo.

In collegamento durante l’ultima puntata della trasmissione televisiva Cartabianca, il ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia ha raccontato di essersi preso il Covid dopo aver scambiato il suo asciugamano con quello della moglie, l’ex ministra all’Agricoltura Nunzia De Girolamo.

Il ministro Boccia ha voluto raccontare questo aneddoto a margine di un’affermazione della conduttrice del programma Bianca Berlinguer in merito alle frasi dell’ex commissario alla sanità calabrese Zuccatelli, per il quale sono necessari 15 minuti di contatti stretti per poter contagiarsi con il coronavirus.

Covid, Boccia racconta come si è contagiato

Intervenendo a margine di una battuta di Bianca Berlinguer, il ministro Boccia ha affermato: “Per prendere il virus mi è bastato usare l’asciugamano di mia moglie”, scatenando ilarità tra gli ospiti in studio tra cui era presente anche la giornalista e conduttrice televisiva Lucia Annunziata.

Boccia è risultato positivo al coronavirus lo scorso 24 ottobre, dopo che anche la moglie Nunzia De Girolamo era stata contagiata pochi giorni prima. All’epoca il ministro aveva affermato: “Purtroppo non c’è una logica per combattere il virus, ci sono regole ferree da rispettare. Poi se ti entra in casa, è difficile sfuggire.

La frase dell’ex commissario Zuccatelli a cui la Berlinguer faceva riferimento è invece quelle divenuta virale tramite un video diffuso lo scorso weekend, a poche ora dalla nomina di Zuccatelli come commissario alla sanità calabrese.

Nel filmato egli negava l’utilità della mascherina affermando: “La mascherina non serve a un ca**o. Sapete cosa serve? La distanza. Per beccarti il virus, se io fossi positivo, tu devi stare con me e baciarmi per 15 minuti con la lingua in bocca altrimenti non te lo becchi il virus. Il virus si becca solo se le gocce di saliva ti arrivano per 15/20 minuti addosso”.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche

Contents.media