×

Dpcm per Capodanno: ipotesi coprifuoco e divieto di cenoni e veglioni

Condividi su Facebook

Il governo starebbe lavorando ad un piano per evitare ricongiungimenti tra familiari e amici, cenoni e veglioni in occasione del Capodanno.

dpcm capodanno 2020

Oltre ad un provvedimento ad hoc per fare in modo che i festeggiamenti del Natale non causino un aumento della curva dei contagi, il governo starebbe pensando anche ad un dpcm per disciplinare il Capodanno 2020.

Dpcm sul Capodanno 2020

Nulla è ancora stato deciso, anche perché mana oltre un mese ed è troppo presto per valutare la situazione epidemiologica a ridosso delle feste. Ma è possibile presumere che, pur dovendo l’Italia essere tutta zona gialla, il governo introduca il divieto di lasciare il proprio comune di residenza se non per comprovati motivi di lavoro, salute e necessità.

In questo modo si potranno impedire cene, tombolate, feste e veglioni in occasione dell’ultimo giorno dell’anno tra più nuclei familiari non conviventi e tra amici.

Ancora non è noto quando potrebbe scattare la misura, se direttamente dal 23 dicembre oppure da prima. Il timore è infatti che molte famiglie usino usare il week-end del 19 e 20 per anticipare il Natale e festeggiarlo con i parenti.

Per quanto riguarda il coprifuoco, la sua durata dipenderà dalle restrizioni messe in campo. Se i negozi dovessero tornare chiusi a ridosso del Natale (dopo un’apertura di una decina di giorni per consentire lo shopping) si potrebbe pensare che rimanga dalle 22 alle 5.

Altrimenti non è escluso che venga posticipato alle 23 o alle 24, pur con possibilità di anticiparlo nella notte di San Silvestro per impedire le riunioni familiari e amici.

Tutto ciò va nella direzione di evitare ricongiungimenti e scongiurare il pericolo di una terza ondata di contagi. É infatti ormai assodato che la maggioranza delle infezioni avvengono in famiglia e, riservando i festeggiamenti ai parenti più stretti, si potrà contribuire ad evitarle.

Nata in provincia di Como, classe 1997, frequenta la facoltà di Lettere presso l'Università degli studi di Milano. Collabora con Notizie.it


Contatti:
1 Commento
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
carmine veneroso
21 Novembre 2020 11:23

Si potrebbe autorizzare i ristoranti con AMPIE SALE e solo quelli con una capienza di minimo 100 posti, a fare il cenone del 31 dicembre con il 30% dei posti a sedere, ci sarebbe la distanza …la sicurezza …e cosi il bicchiere potra’ essere Mezzo pieno.
Auguri di mezzanotte ed alle ore 0,30 TUTTI A CASA A DORMIRE…!!!
Mi sembra una mia idea…da valutare. !!!


Contatti:
Debora Faravelli

Nata in provincia di Como, classe 1997, frequenta la facoltà di Lettere presso l'Università degli studi di Milano. Collabora con Notizie.it

Leggi anche

Contents.media