×

Covid, sarà un Natale blindato: deroghe per assistere parenti non autosufficienti

Secondo l'ultima circolare del Viminale, a Natale saranno consentiti gli spostamenti finalizzati ad assistere parenti o amici non autosufficienti.

Con una circolare indirizzata ai prefetti, il Viminale ha provveduto a comunicare quali saranno le norme alle quali i cittadini si dovranno attenere durante il periodo natalizio. Una delle direttive già annunciate dal Governo è quella sullo spostamento tra le regioni che potrà essere effettuato solo in caso di necessità e urgenza ed in ogni caso solo se muniti di autocertificazione.

Si parla infatti di deroghe per assistere parenti o amici non autosufficienti che nel giorno di Natale rischiano di rimanere soli.

Le deroghe agli spostamenti

Secondo quanto previsto dalla circolare del Viminale, gli unici spostamenti consentiti a Natale saranno quelli dettati da motivazioni di assistenza a parenti o amici in condizioni di difficoltà, nel rispetto dell’esigenza: “Di raggiungere parenti o amici non autosufficienti, allo scopo di prestare ad essi assistenza, secondo quanto già chiarito in apposita Faq pubblicata sul sito web del governo”.

Sempre il Viminale riporta che nei giorni di Natale, Santi Stefano e Capodanno saranno sorvegliate speciali le zone a rischio assembramento: In cui si possono verificare fenomeni di inosservanza, anche involontaria, delle misure di distanziamento interpersonale”.

Viminale, a Natale servirà l’autocertificazione

Come cambieranno le abitudini di spostamento degli italiani? il Viminale ha fatto sapere tramite una circolare indirizzata ai prefetti che per spostarsi da una regione all’altra sarà possibile soltanto qualora ci sia “l’esigenza di raggiungere parenti, ovvero amici, non autosufficienti, allo scopo di prestare ad essi assistenza, secondo quanto già chiarito in apposita Faq pubblicata sul sito web del Governo”

A partire da domenica tuttavia riapriranno i negozi in tutta Italia ad eccezione della Regione Abruzzo, unica rimasta ancora in zona rossa.

Si richiede pertanto ai cittadini di prestare particolare attenzione agli assembramenti dovuto alla corsa ai regali di Natale, dato che già nella giornata di sabato 5 dicembre sono state segnalate code e affollamenti nelle principali vie dello shopping di Roma e Torino. Aperte anche le biblioteche e gli archivi ma solo su prenotazione, mentre musei e teatri continueranno a rimanere chiusi.

Rimane il coprifuoco

Oltre a ciò è stato confermato il coprifuoco nella fascia che va dalle ore 22.00 alle ore 5.00 del mattino. Quest’ultimo per il primo gennaio del 2021 sarà esteso alle ore 7 del mattino. Infine nel periodo tra il 21 dicembre al 6 gennaio, che coincidono in genere con gli spostamenti nel periodo di Natale saranno inaspriti i controlli da parte delle forze dell’ordine in particolare nelle strade interessate da traffico o ancora nelle stazioni.

Classe 1989, laureata in Lingue per il turismo e il commercio internazionale, gestisce il blog musicale "432 hertz" e collabora con diversi magazine.


Contatti:
3 Commenti
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
imputtanita e petronilli
6 Dicembre 2020 11:30

è festante

petronillo politico concusso e giacy bocca di fogn
6 Dicembre 2020 15:06

industrie

Lucio Caratozzolo
7 Dicembre 2020 16:57

Bellissimo se cadesse il governo proprio ora e si rompesse anche il muso.


Contatti:
Valentina Mericio

Classe 1989, laureata in Lingue per il turismo e il commercio internazionale, gestisce il blog musicale "432 hertz" e collabora con diversi magazine.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora