×

Nuovo Dpcm, il documento che ha spinto il Governo a misure più rigide

Un documento del Cts chiederebbe più meccanismi di controllo, ulteriore limitazione della circolazione interregionale e coprifuoco anticipato.

nuovo Dpcm documento
nuovo Dpcm documento

Gli italiani non hanno fatto in tempo a maturare le prime speranze in vista di un Natale che si desiderava potesse essere condiviso con i propri familiari più stretti, che dal Governo sono arrivate le prime avvisaglie di un drastico cambiamento.

Se fino a prima del weekend si parlava di un possibile allentamento delle limitazioni previste dall’ultimo Dpcm, nei giorni successivi sono trapelate le voci di una nuova zona rossa generalizzata. Tra le ipotesi, sulla scia del modello tedesco, c’è quella della zona rossa da Natale all’Epifania con coprifuoco alle 18 o alle 20. Il premier Giuseppe Conte, tuttavia, ha sottolineato che l’Italia non potrebbe reggere a un altro lockdown.

Ma le più rigide restrizioni in vista delle festività natalizie appaiono ormai come una certezza. In vista del nuovo Dpcm sembra che un documento “segreto” redatto dal Comitato tecnico scientifico abbia spinto il Governo a incrementare le misure per Natale 2020.

Nuovo Dpcm, il documento “segreto”

Come riportato da Today.it, un documento “segreto” redatto dal Cts avrebbe spinto il Governo Conte a imporre una nuova stretta in vista delle festività natalizie. Il testo non è ancora completato, ma pare siano riportate richieste per incrementare le misure da Natale all’Epifania.

Il quotidiano La Stampa spiega che si tratta di un resoconto ancora in fase di completamento, con il quale si chiede al Governo dipotenziare i meccanismi di controllo per garantire il rispetto delle norme in vigore”. Ma anche limitare ulteriormente la circolazione interregionale e “la circolazione, per esempio anticipando l’orario di rientro nelle abitazioni.

Dopo le immagini delle vie dello shopping affollate in tutte le grandi città, il Cts vorrebbe restrizioni utili a evitare gli assembramenti. Con il Dpcm dello scorso 3 dicembre e le limitazioni ai movimenti tra Regioni imposte da lunedì 21, si consentirebbe agli italiani di organizzarsi per un grande esodo nei giorni precedenti. Lo confermano le numerose prenotazioni di treni e flixbus nei giorni del 18, 19 e 20 dicembre. Con nuovi blocchi si eviterebbero tali esodi. Infine, il Cts sarebbe favorevole a un ampliamento dell’orario del coprifuoco.

Nata a Varese, classe 1996, è laureata in Comunicazione. Collabora con Notizie.it.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Asia Angaroni

Nata a Varese, classe 1996, è laureata in Comunicazione. Collabora con Notizie.it.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora