×

Decreto Natale, tutte le faq previste durante il periodo natalizio

Condividi su Facebook

Cosa potremo e non potremo fare durante il periodo natalizio? Il Governo ha fatto chiarezza aggiornando le Faq.

Faq Decreto Natale
Faq Decreto Natale

Potremo fare visita a parenti e/o amici? Sarà possibile spostarsi nella seconda casa? Cosa comporterà un’eventuale sanzione in seguito alla trasgressione di una norma? Tutti chi più chi meno ci saremmo posti queste domande almeno una volta da quando è stata annunciata la restrizione delle misure da parte del Governo.

Ecco che Palazzo Chigi ha provveduto a pubblicare le Faq sul sito istituzionale aggiornate che cercano di chiarire punto per punto cosa sarà permesso fare e cosa invece sarà vietato.

Le faq previste nel Decreto Natale

Visite a parenti non autosufficienti, familiari ed amici, spostamenti nelle seconde case, giorni che definiscono il colore della zona o ancora sanzioni per chi infrange le regole. Questi sono i punti più importanti su cui il Governo ha cercato di fare chiarezza. Proprio per questo Palazzo Chigi ha aggiornato le Faq relative al Decreto Natale. Ecco nel dettaglio tutto ciò che si potrà o non potrà fare.

Visite fuori dal Comune di residenza

Iniziamo con la domanda che forse più di tutti ha destato qualche dubbio. Ma si potranno fare visite fuori dal Comune di residenza durante i giorni rossi? La risposta è positiva purché sia all’interno della Regione e purché si rispetti il limite numero dei due adulti oltre a due minori under 14 o persone non autosufficienti. Sempre nei giorni rossi bisognerà tenere a mente che tale spostamento sarà consentito solo una volta al giorno e comunque nella fascia oraria dalle 5 alle 22.

Posso recarmi in altro comune per turismo?

Le Faq in questo caso sono molto chiare. Dal 24 dicembre non sarà possibile salvo che non si rimanga entro lo stesso comune di residenza e o fuori comune purché inferiore a 5.000 abitanti e entro i 30 km di distanza.

E se la coppia vive separata?

Un altro caso molto frequente che potrebbe capitare è quello di una coppia che per vari motivi vive in città diverse. Le faq del Governo in questo caso chiariscono che non potranno trascorrere insieme le festività qualora il luogo eletto per l’incontro non coincida con quello in cui si ha residenza, domicilio o abitazione. In questo caso le Faq hanno stilato delle definizioni ben precise per ciò che riguarda questi ultimi termini.

Gli spostamenti nella seconda casa

Per ciò che riguarda gli spostamenti nella seconda casa il Governo è chiaro. Ci si può recare nella seconda casa solo una volta al giorno negli orari dalle 5 alle 22 e solo dentro i confini regionali. Diversamente se ci si è per caso trasferiti nella seconda casa in diversa regione entro il 20 dicembre e si ha la necessità di tornare al lavoro non sarà permesso rientrare nella propria residenza fino al 6 gennaio, pur essendo consentito di rientrare al lavoro.

Se la coppia è separata

Se la coppia è separata o è affidataria sarà permesso visitare i figli minorenni anche fuori dal comune o fuori regione. Lo riportano le Faq che specificano appunto che quest’ultima è una situazione di necessità. Sarà possibile recarsi anche all’estero previa però consultazione del Ministero degli Affari esteri e della cooperazione internazionale.

Visite a parenti non autosufficienti

Altro punto fondamentale è l’assistenza a persone non autosufficienti. In questo se proprio non sarà possibile fare diversamente ci potrà anche spostare da una Regione all’altra.

In questo caso è importante tenere presente che: “Non è possibile, comunque, spostarsi in numero superiore alle persone strettamente necessarie a fornire l’assistenza necessaria: di norma la necessità di prestare assistenza non può giustificare lo spostamento di più di un parente adulto, eventualmente accompagnato dai minori o disabili che abitualmente egli già assiste”.

Multe per chi infrange il Decreto

Cosa succede a chi infrange le norme previste dal Decreto Natale? Chi viola le norme previste rischia una sanzione che va dai 400 ai 1.000 euro. Ecco quindi che rimane importante comprendere in quali giorni (zona rossa, arancione e gialla) devono essere rispettate le disposizioni.

Come posso far valere i miei diritti?

Se io ritengo il provvedimento dell’autorità ingiusto come posso far valere i miei diritti? In questo caso si può impugnare il provvedimento trasmettendo documenti scritti e difensivi al Prefetto secondo quanto previsto dalla norma vigente.

Classe 1989, laureata in Lingue per il turismo e il commercio internazionale, gestisce il blog musicale "432 hertz" e collabora con diversi magazine.


Contatti:
1 Commento
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
Lucio Caratozzolo
21 Dicembre 2020 23:45

Un buon tirocinio per chi anela alla dittatura. Con un popolo amorfo poi è molto facile.


Contatti:
Valentina Mericio

Classe 1989, laureata in Lingue per il turismo e il commercio internazionale, gestisce il blog musicale "432 hertz" e collabora con diversi magazine.

Leggi anche

Contents.media