×

Controlli a Natale, Lamorgese: “Vigilanza rigorosa sulle autocertificazioni”

Il ministro Lamorgese ha annunciato controlli rigorosi e rafforzati in vista del Natale: schierati 70 mila tra agenti, finanzieri e militari.

Controlli
Controlli

Sono circa 70 mila gli agenti delle forze dell’ordine impiegati sulle strade e nelle città a vigilare che tutti rispettino le norme anti contagio contenute nel Decreto Natale. Dal 24 dicembre è infatti scattata la zona rossa in tutta Italia e, eccetto 28, 29 e 30 dicembre e 4 gennaio, sarà vietato ogni spostamento non motivato da comprovate esigenze (tra queste rientrano anche le visite a parenti e amici).

Controlli in vista del Natale: parla la Lamorgese

Alla vigilia dell’istituzione della fascia rossa, il capo della Polizia Franco Gabrielli aveva sottolineato nella circolare ai questori che gli agenti dovranno avere “un approccio comprensivo e improntato al buonsenso“. Nonostante ciò, come affermato dal ministro dell’Interno Lamorgese, le autocertificazioni saranno oggetto di controllo attento da parte di tutti i soggetti coinvolti nel presidio.

La curva dei contagi evidenzia un andamento ancora sostenuto per cui non ci possiamo permettere cedimenti nel rispetto delle regole“, ha continuato.

Per questo, pur appellandosi alla responsabilità dei singoli, ha annunciato controlli rigorosi e un rafforzamento delle misure per la vigilanza sul territorio.

Anche con il lockdown della scorsa primavera, ha aggiunto, le forze di Polizia hanno agito con umanità ed equilibrio cercando sempre di mettersi nei panni del cittadino. Questo però “non vuol dire che ci saranno cedimenti davanti a violazioni e comportamenti scorretti che potrebbero mettere in pericolo non solo la propria salute ma anche quella degli altri“.

Cosa rischia chi viola le norme

Chi non rispetterà le misure del Decreto Natale è punito con una sanzione amministrativa da 400 a 1.000 euro. Multa che viene ridotta se si paga entro cinque giorni. In caso di spostamento considerato fuori norma, le forze dell’ordine possono disporre il rientro di chi non ha rispettato le regole al luogo di partenza.

Contents.media
Ultima ora