×

Speranza: “Valutiamo zona rossa nel weekend del 9-10 gennaio 2021”

Il governo starebbe valutando l'ipotesi di istituire la zona rossa nel weekend del 9-10 gennaio: lo ha affermato Speranza.

speranza

Al termine del vertice tra governo e Regioni, il ministro Speranza ha affermato che una delle possibilità emerse dal confronto è l’istituzione della zona rossa per il weekend del 9 e 10 gennaio 2021 “con la salvaguardia dei Comuni più piccoli per gli spostamenti“.

Nel nuovo pacchetto di norme, quasi sicuramente, saranno rivisti al ribasso gli indicatori che determineranno i colori, ovvero verranno resi più stringenti. In particolare l’indice Rt, il più pesante nel definire le colorazioni. Si dovrebbe abbassare la soglia per il passaggio da giallo ad arancione: da 1,25 a 1; discesa analoga per il passaggio da arancione a rosso: da 1,5 a 1,25.

Speranza: “Zona rossa nel weekend”

Secondo quanto appreso la decisione dovrebbe giungere a breve dopo che, raccolti i contributi dei governatori, si sarà discusso dell’ipotesi insieme agli altri membri dell’esecutivo. Diversi presidenti avrebbero chiesto di mantenere il lockdown per il fine settimana in modo da evitare assembramenti e scongiurare occasioni di contagio.

Stando alle notizie trapelate coloro che vivono in un Comune con meno di 5 mila abitanti potranno muoversi all’interno di un raggio di 30 km evitando i capoluoghi di provincia come già accade nei giorni di zona arancione durante le vacanze di Natale.

Andrà inoltre stabilito in un nuovo incontro con gli esperti del Comitato tecnico-scientifico se gli altri giorni, vale a dire 7 e 8 gennaio, debbano rimanere arancioni oppure tornare gialli come erano prima del 24 dicembre.

Nel vertice, a cui ha preso parte anche il ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia, si è anche discusso del ritorno a scuola del 7 gennaio. Mentre il governo e in particolare Conte e la Azzolina premono per tornare sui banchi – Speranza ha già emesso un’ordinanza per far ritornare in classe il 50% degli studenti delle superiori -, diversi governatori hanno espresso le loro perplessità. Tra questi Zaia, Zingaretti ed Emiliano che preferirebbero aspettare l’esito del monitoraggio dell’Istituto Superiore di Sanità previsto per l’8 gennaio.

Contents.media
Ultima ora