×

Salvini con la mascherina di Borsellino, il fratello: “Passerella vomitevole”

Condividi su Facebook

È polemica contro Matteo Salvini, presentatosi all'udienza per il processo Open Arms a Palermo indossando una mascherina con sopra Paolo Borsellino.

Nuove polemiche contro Matteo Salvini, recatosi a Palermo per l’udienza preliminare del processo Open Arms indossando una mascherina con sopra l’effige del giudice Paolo Borsellino. Il leader leghista è stato infatti oggetti di aspre critiche da parte di numerosi esponenti politici per aver a loro dire strumentalizzato l’immagine del magistrato ucciso da Cosa Nostra il 19 luglio del 1992.

Accuse che tuttavia Salvini ha subito respinto al mittente, affermando invece di soltanto voluto rendere omaggio al giudice.

Polemiche su Salvini con la mascherina di Borsellino

Nel corso della sua visita a Palermo, Salvini si è inoltre recato in via D’Amelio, nel luogo dove Borsellino rimase vittima dell’attentato che uccise lui e gli altri cinque agenti della sua scorta. Nel replicare alle rimostranze di chi trovava di cattivo gusto la mascherina con sopra il volto del magistrato, Salvini ha replicato: “Me l’ha data il nostro assessore e ho ritenuto giusto indossarla.

Ogni volta che vengo a Palermo ritengo un dovere civico e umano rendere omaggio a Paolo Borsellino e agli uomini e alle donne della scorta, mi sembra il minimo”.

I primi commenti sul gesto di Salvini sono giunti dall’esponente del M5s e presidente della Commissione Giustizia della Camera Mario Perantoni, che ha dichiarato: “Il personaggio ormai è noto, soprattutto nella sua propensione a mistificare e strumentalizzare. È bulimico. Ma non può permettersi di offendere i simboli dell’antimafia, come ha fatto con la mascherina che ritrae l’immagine di Paolo Borsellino , chieda scusa, cerchi il senso del limite”.

Il commento di Salvatore Borsellino

Intervistato dall’Agi, nel pomeriggio è giunto anche il commento di Salvatore Borsellino, fratello del magistrato, che ha definito quella di Salvini una vomitevole passerella: “Vedendo quelle immagini mi viene da vomitare sia per l’uso strumentale della mascherina con la foto di Paolo, sia per il fatto che è andato in via D’Amelio. […] Viste le dichiarazioni che faceva Salvini quando non aveva mire elettorali e parlava dei terroni, vorrei ricordargli che mio fratello era un ‘terrone’. È stata una passerella come sempre. Mi è stato chiesto se fa sciacallaggio: uno sciacallo come lui non può fare altro.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche

Contents.media