×

Crisi di governo, Conte dopo l’incontro con Mattarella: “Avanti solo con tutta la maggioranza”

Condividi su Facebook

Durante l'incontro al Quirinale con il premier Conte, Mattarella avrebbe sottolienato l'importanza di uscire rapidamente da questa situazione di incertezza.

Giuseppe Conte

La crisi di governo sembra essere un’ipotesi sempre più plausibile. Secondo quanto si apprende da fonti di maggioranza, nel primo pomeriggio di oggi, mercoledì 13 gennaio, Giuseppe Conte è salito al Quirinale dal presidente Sergio Mattarella per un “incontro interlocutorio”.

Durante il breve incontro al Colle, Mattarella avrebbe sottolienato l’importanza di uscire rapidamente da questa situazione di incertezza, soprattutto in un momento tanto delicato dal punto di vista sanitario.

Al suo rientro a Palazzo Chigi dal Quirinale, il premier, interrogato dai giornalisti, ha espresso la volontà di evitare la crisi, pur sottolineando che “il governo può andare avanti solo con il sostegno di tutte le forze di maggioranza. Credo che una crisi non sarebbe compresa dal Paese in un momento in cui ci sono tante sfide.

Mi auguro che non si arrivi alle dimissioni (delle ministre renziane Bonetti e Bellanova, ndr) anche perché sto lavorando per un patto di fine legislatura“.

Crisi di governo, spiragli tra Renzi e Conte?

Lo strappo che potrebbe provocare la fine del Conte bis porta la firma di Matteo Renzi. È attesa per le ore 17.30 la conferenza stampa alla Camera del leader di Italia Viva, a meno di ventiquattr’ore dal Consiglio dei ministri in cui le due ministre renziane, Teresa Bellanova ed Elena Bonetti, si sono astenute nella votazione sul Recovery plan.

Sempre nella giornata di ieri, il premier Conte ha fatto sapere che, se Renzi dovesse scegliere di far cadere il governo e sfilarsi dalla maggioranza, non sarà possibile formare un nuovo esecutivo con Iv.

Secondo quanto riferito da Adnkronos (ma mancano al momento conferme ufficiali) proprio in queste ore si sarebbe aperto uno spiraglio tra i due leader che permetterebbe di superare la crisi.

Spiragli? Si sono dimenticati di avvisarci” è il commento sarcastico di Matteo Renzi a chi parla di trattative in corso con il capo del governo. “Noi siamo sempre pronti all’interlocuzione, il problema è che dall’altra parte si cercavano i Mastella di turno” ha aggiunto Gennaro Migliore, parlamentare di Italia Viva.

La reazione del centrodestra

È previsto per le ore 18 il vertice dei partiti del centrodestra per fare un punto sulla crisi di governo. All’incontro parteciperanno i leader dei tre principali partiti dell’opposizione (Matteo Salvini per la Lega, Giorgia Meloni per FdI e Antonio Tajani per Forza Italia), oltre ai rappresentanti di Nci e Cambiamo.

“Esprimo rabbia, vergogna e disgusto per questo squallido teatrino che Pd, M5s, Renzi, Conte stanno offrendo agli italiani in un momento così difficile” ha dichiarato il leader del Carroccio a margine di una conferenza stampa in Senato.

Giornalista pubblicista classe 1994, nata in provincia di Monza e Brianza, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Lisa Pendezza

Giornalista pubblicista classe 1994, nata in provincia di Monza e Brianza, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.

Leggi anche

Contents.media