×

Stefano Bonaccini indagato per abuso d’ufficio

Nel fascicolo aperto dalla Procura di Ferrara contro Stefano Bonaccini è presente un esposto da parte dal sindaco di Jolanda di Savoia.

stefano bonaccini indagato per abuso d'ufficio

La Procura di Ferrara ha aperto un fascicolo sul presidente della regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, indagato per abuso d’ufficio. Nel fascicolo è presente un esposto da parte dal sindaco di Jolanda di Savoia in cui alcuni comuni limitrofi avrebbero ricevuto pressioni per non condividere dipendenti.

Indagato Bonaccini per abuso d’ufficio

Secondo quanto riporta il Resto del Carlino, il presidente dell’Emilia-Romagna Stefano Bonaccini sarebbe indagato per abuso d’ufficio. La Procura di Ferrara ha aperto un fascicolo relativo alle pressioni denunciate nel 2020 in un esposto da parte di Paolo Pezzolato, sindaco di Jolanda di Savoia.

In questo esposto, il sindaco denuncia una telefonata avvenuta con Bonaccini. Come riportato nel fascicolo, all’epoca dei fatti dopo la scelta da parte della vicesindaca Elisa Trombin di appoggiare la candidata leghista Borgonzoni alle regionali, Bonaccini avrebbe fatto pressione sui comuni limitrofi per non assumere dipendenti del paese.

Indagini in corso

La cosa che dico solo, è che dal candidarsi con me al trovarsela di là.. Chiaro che dopo allora c’è un giudizio. Se per caso vinco io, come è probabile, dopo però non mi cercate più“. Così disse al sindaco nella telefonata Stefano Bonaccini.

Il caso esplose proprio in piene elezioni e ai tempi Bonaccini definì la vicenda “surreale, fango” e di aver sempre fatto della sua onestà la sua bandiera di vita.

Le indagini sono tuttora in corso, ma potrebbero vedere la luce molto presto.

Il pm Ciro Alberto Savino che ha aperto il fascicolo, ha dovuto iscrivere il presidente regionale nella lista degli indagati come atto dovuto. Ora però le prove a carico di Bonaccini potrebbero risultare più che soddisfacenti per archiviare il fascicolo.

Bonaccini: “Sono tranquillo”

Sono tranquillo, esattamente come le ero un anno fa, perché ho fiducia nell’azione della magistratura, ma anche perché sono totalmente estraneo ai fatti riportati” scrive su Facebook il governatore, che vanta la trasparenza e l’onestà quali “bandiere del mio impegno politico amministrativo“.

Bonaccini si rivolge poi ai cittadini di Jolanda assicurando che “l’attenzione della Regione per i comuni delle aree interne proseguirà e crescerà in questa legislatura. La vicenda sollevata dal sidnaco in campagna elettorale un anno fa, a ben vedere, non riguarda né la Regione né il sottoscritto, ma i singoli rapporti tra i comuni di quel territorio. Cosa su cui non mi compete né esprimermi né, men che meno, ingerire. E infatti non l’ho fatto in passato né lo farò in futuro“.

Contents.media
Ultima ora