×

Crisi di governo, che cos’è il mandato esplorativo?

Condividi su Facebook

Renzi chiede un mandato esplorativo: cos'è, a cosa serve e a chi è stato conferito al termine delle consultazioni?

cos'è il mandato esplorativo

Durante i giorni concitati delle consultazioni, la vecchia maggioranza, meno Italia Viva ma più il gruppo dei Responsabili, vuole un Conte ter, mentre Renzi prima mette il no ai veti e poi chiede che venga dato un mandato esplorativo ad una persona diversa da Giuseppe Conte.

Al termine dei colloqui con le forze politiche, Mattarella ha convocato al Quirinale Roberto Fico per un mandato esplorativo: cos’è e a cosa serve?

Cos’è il mandato esplorativo?

Nella sostanza un mandato esplorativo si ha quando il Presidente della Repubblica conferisce l’incarico ad un uomo politico di porre in essere una prima indagine sulla possibilità di formare un governo.

Si tratta di una prassi non codificata come espresso anche sul sito di Palazzo Chigi dove si legge: “Anche se non espressamente previsto dalla Costituzione, il conferimento dell’incarico può essere preceduto da un mandato esplorativo che si rende necessario quando le consultazioni non abbiano dato indicazioni significative“. L’instabilità politica di queste settimane sembra andare verso questa direzione che, inevitabilmente, comporta dei tempi più lunghi per la composizione di un nuovo esecutivo.

Si dovranno infatti svolgere delle nuove consultazioni, di natura decisamente più informale, con le quali non il Presidente della Repubblica, ma un’altra figura istituzionale, sondi il terreno con le forze parlamentari per la costituzione del governo.

Il mandato esplorativo, per prassi, non viene affidato ad un leader di partito, ma a qualcuno che in parte fa le veci del Capo dello Stato e verifica sul campo l’esistenza di una possibile maggioranza. Storicamente questo incarico viene conferito o al presidente della Camera o a quello del Senato. Al termine delle sue consultazioni la persona incaricata dovrà riferire gli esiti delle sue consultazioni al Presidente della Repubblica che, in caso di scarso successo dell’operazione, potrà affidare subito l’incarico ad un’altra figura al fine di verificare ipotesi di maggioranze diverse oppure rafforzare l’ipotesi di una specifica maggioranza. Importante sottolineare come il mandato esplorativo non sia un pre-incarico con il quale il Capo dello Stato invita il candidato Presidente del Consiglio a formare la sua maggioranza e la sua squadra di governo.

Il mandato esplorativo a Fico

Al termine del primo giro di consultazioni, il capo dello Stato ha convocato al Quirinale il presidente della Camera Roberto Fico. A lanciare l’idea di un mandato esplorativo a Fico è stato il leader di Italia Viva Matteo Renzi è stato il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, che al termine della consultazione con Mattarella ha aperto questo nuovo scenario per cercare di risolvere a vantaggio del suo partito la situazione. Non è un mistero che l’ex sindaco di Firenze non voglia più Conte alla guida del governo e con questa mossa prova dunque a sbaragliare ulteriormente le carte giocando d’attacco. Renzi dice, in maniera informale, che solo con un mandato esplorativo sarà possibile valutare se il Pd e il M5s vogliano veramente di nuovo Iv in maggioranza.

Nato a Latina nel 1991, è laureato in Economia e Marketing. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con TGcom24, IlGiornaleOff e Radio Rock.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Riccardo Castrichini

Nato a Latina nel 1991, è laureato in Economia e Marketing. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con TGcom24, IlGiornaleOff e Radio Rock.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora