×

Berlusconi: “Lega nel governo Draghi? Da Salvini scelta saggia”

Berlusconi sul governo Draghi loda la decisione di Salvini di entrare nella maggioranza: "Peccato per la Meloni".

Berlusconi governo Draghi Salvini

Sono in corso in questi giorni le consultazione del Presidente del Consiglio incaricato Mario Draghi. Il suo governo si farà e avrà una maggioranza molto ampia che dovrebbe andare da Leu alla Lega, passando per Pd M5s e Forza Italia, ma escludendo Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni.

A sostenere il governo Draghi ci sarà dunque anche Silvio Berlusconi, da sempre forza più moderata del centrodestra, il quale ha rilasciato un’intervista a La Repubblica nella quale ha definito saggia la scelta di Salvini di mettere da parte i propri preconcetti ed appoggiare la maggioranza. Sull’altra socia di coalizione, la Meloni, si dichiara invece profondamente rammaricato.

Berlusconi sul governo Draghi e Salvini

“Auspico – dice Berlusconi – un giusto equilibrio di competenze tecniche e di rappresentanza politica. Ma soprattutto suggerirò al presidente Draghi di tenere conto delle indicazioni dei partiti, come è giusto, ma di decidere sulla base di un solo criterio: la qualità“. “Circostanze eccezionali – continua – richiedono risposte eccezionali. Impongono alla classe dirigente del Paese di mettere da parte le distinzioni, gli interessi di parte, i calcoli politici o elettorali e di dare una risposta di alto profilo, adeguata alla gravità della situazione”.

Il riferimento in tal caso è alla presenza o meno dei leader dei partiti nell’esecutivo, ipotesi non ritenuta importate da Berlusconi.

Il leader di Forza Italia si dimostra poi felice della scelta di Mattarella di affidare il mandato a Mario Draghi, sottolineando come l’ipotesi di Conte ter fosse del tutto inapplicabile e inefficace. Certo gli sarebbe piaciuto che tutto il centrodestra aderisse al progetto, ma così non è stato. “Quando ho indicato la strada dell’unità delle migliori energie del Paese come unica soluzione possibile, ho espresso l’auspicio che tutto il centrodestra condividesse la scelta di privilegiare la salvezza della nazione rispetto all’interesse di parte.

Sono contento che un grande partito come la Lega abbia maturato questa scelta. Non so se definirla una svolta, in fondo la Lega ha già governato con i Cinque Stelle, ma è certamente un atto di saggezza che anche in Europa sarà apprezzato”. Poi sui 5 Stelle Berlusconi parla “di infantilismo politico che “non meriterebbe neppure un commento”. “Piuttosto, direi che spiegano il declino di quel Movimento. Del resto, questa non è un’alleanza con i 5 stelle, che per noi sarebbe inconcepibile. È la risposta ad un’emergenza. Immagino che anche i più consapevoli tra loro se ne rendano conto”.

Contents.media
Ultima ora