×

Come cambierà la campagna vaccinale con il commissario Figliuolo?

La campagna vaccinale con il commissario Figliuolo dovrà avere una svolta: ruolo centrale ad Esercito e Protezione Civile.

campagna vaccinale commissario Figliuolo

Draghi ha fatto la sua scelta e ha deciso di sostituire il commissario straordinario per l’emergenza covid Domenico Arcuri con il il generale Francesco Paolo Figliuolo, già responsabile della logistica nelle forze armate che si era occupato della distribuzione dei vaccini in sicurezza in Italia.

L’obiettivo del Presidente del Consiglio è quello di dare un’accelerata alla campagna vaccinale, aumentando il più possibile i centri di somministrazione coinvolgendo nel piano anche la Protezione Civile che, non ha caso, ha visto nei giorni scorsi un cambio al vertice, da Borelli a Curcio.

La campagna vaccinale con il commissario Figliuolo

Saranno dunque l’Esercito e la Protezione Civile ad avere un controllo diretto sulla campagna vaccinale.

Al dato pratico questo vuol dire che le Regioni avranno una minore autonomia: se fin qui sono stati i territori a gestire la distribuzione al loro interno, procedendo spesso in ordine sparso e confusionario, ora tale compito verrà centralizzato e sarà organizzato proprio da Figliuolo in accordo con Curcio.

In tema di vaccini il governo pensa poi di adottare la strategia già vista in Gran Bretagna e che ha portato ad una riduzione del 40% dei casi, ovvero somministrare intanto la prima dose del siero a quante più persone possibile, rimandando al futuro la seconda iniezione sperando che le consegne nel nostro Paese possano aumentare entro l’estate.

La modalità divide la comunità scientifica, ma è indubbio che permetterebbe a molte più persone di avere una, seppur parziale, copertura dal contagio.

Nato a Latina nel 1991, è laureato in Economia e Marketing. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con TGcom24, IlGiornaleOff e Radio Rock.


Contatti:
3 Commenti
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
Rosaria
2 Marzo 2021 14:29

Arcuri era bravo, spiegava le cose alla gente in modo semplice, era amato (dalla gente, non dai capi-partito); non so chi ha stato accontentato Draghi, per cambiarlo.

Simone
2 Marzo 2021 15:37

Articolo che tratta il nulla cosmico, vabbè passi, ma le h ad cazzum no…….

simulazione di reato cell industria tutto il giorn
3 Marzo 2021 10:06

sono un pò perplesso, Arcuri mi ispirava sicurezza, il fatto che figliolo sia un militare mi appare come un ulteriore fonte di preoccupazione, che faranno adesso? il popolo se lo chiede….


Contatti:
Riccardo Castrichini

Nato a Latina nel 1991, è laureato in Economia e Marketing. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con TGcom24, IlGiornaleOff e Radio Rock.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora