×

Covid, il Ministro Speranza: entro l’estate vaccinati tutti gli italiani

Covid, ospite della trasmissione di Lucia Annunziata il Ministro Speranza ha comunicato importanti notizie riguardo la campagna vaccinale

ministro speranza

Dal vaccino AstraZeneca a quello Johnson & Johnson, dalla possibilità di vaccinare tutti gli italiani entro l’estate a quella di istituire nuove zone rosse, il Ministro Speranza ha parlato a tutto tondo della campagna vaccinale anti- Covid

Covid, Ministro Speranza: trimestre decisivo

Ospite della trasmissione di Lucia Annunziata su Rai3, il Ministro Roberto Speranza ha affrontato vari temi della campagna vaccinale anti-Covid in Italia. Innanzitutto riguardo i tempi:

“Pensiamo che il prossimo trimestre sia quello decisivo per le vaccinazioni. Dal 1° aprile inizia il secondo trimestre in cui ci aspettiamo l’arrivo di oltre 50 milioni di dosi, e puntiamo a raggiungere almeno metà della popolazione.

In estate tutti vaccinati

Il Ministro ha poi dato una importante notizia riguardo la possibilità di arrivare a vaccinare gran parte dei cittadini entro l’estate.

Riferendosi alle oltre 50.000.000 di dosi in arrivo ha infatti aggiunto:

“Tra queste dosi ci sarà anche il vaccino di J&J che è monodose. quindi alla fine del secondo trimestre dell’anno ci troveremo in una situazione in cui la maggioranza sarà vaccinata e entro l’Estate conto che tutti gli italiani che lo vorranno potranno essere vaccinati”

AstraZeneca anche per over 65

Altra importante novità preannunciata dal Ministro nel corso della trasmissione Mezz’ora in più, la possibilità di somministrare il Vaccino AstraZeneca anche agli over 65:

“Ci sono nuove evidenze che dimostrano che anche il vaccino di AstraZeneca può essere usato su tutte le fasce generazionali.

quindi noi abbiamo ricevuto un parere che va in questa direzione dal Css. Già da domani o dopodomani ci sarà una circolare del ministero della Salute che andrà in questa direzione”

Nessuna preclusione al vaccino russo Sputnik

Il MInistro ha anche aperto al vaccino russo Sputnik nel caso le verifiche delle agenzie preposte andassero a buon fine: ” Quando avverrà questo per il vaccino russo noi siamo pronti a collaborare con le autorità russe per rafforzare la produzione”

Possibili nuove zone rosse

Insomma, se riguardo la campagna vaccinale, sembrano arrivare segnali positivi, non si può dire altrettanto riguardo l’attuale andamento dei contagi nel nostro paese, soprattutto riguardo l’impatto della variante inglese sull’andamento della curva epidemiologica: ” quello che mi aspetto è che l’impatto della variante possa far crescere la curva, quindi mi aspetto che altre regioni vadano verso il rosso con ordinanze di natura restrittiva”.

Classe 1971, nata a Roma, lavora come inviata e redattrice presso ArtsLife.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Vera Monti

Classe 1971, nata a Roma, lavora come inviata e redattrice presso ArtsLife.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora