Poliziotto su Facebook contro Mattarella: "Io non ci sto"
Poliziotto su Facebook contro Mattarella: “Io non ci sto”
Cronaca

Poliziotto su Facebook contro Mattarella: “Io non ci sto”

Poliziotto siciliano pubblica un video contro Mattarella
Poliziotto siciliano pubblica un video contro Mattarella

Video di un poliziotto catanese contro il Presidente della Repubblica e il governo Cottarelli.

Un poliziotto di Catania, Giovanni Piero Circonciso, ha pubblicato sul proprio profilo Facebook un video in cui si mostra in divisa per protestare contro il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e il governo Cottarelli. L’agente di polizia lamenta la decadenza della sovranità popolare italiana e lancia un appello. Il video è stato rimosso e sarà valutato dalla questura di Catania.

Poliziotto contro Mattarella

Si chiama Giovanni Piero Circonciso, è un poliziotto in servizio a Catania e ha pubblicato sul proprio profilo Facebook un video che in poche ore è diventato virale.

Nel video si mostra in divisa e afferma che non la indossa a cuor leggero. “Se vedeste il mio profilo Facebook vi accorgereste che non ho foto in divisa, non ho video in divisa. Odio mettermi in mostra. Il mio profilo [Nanni Circonciso] è un profilo da artista”, dice facendo riferimento alla passione per la musica.

Ma dopo aver appreso la decisione di Sergio Mattarella di incaricare Carlo Cottarelli per la formazione di un nuovo governo, Giovanni Circonciso ha smesso i panni dell’artista e ha indossato quelli del poliziotto.

“Voglio dire a tutti una cosa, un messaggio che arrivi direttamente alle istituzioni. Noi [poliziotti] siamo in giro ogni giorno per la gente. Io vesto questa divisa perché mi pagano gli italiani, per difendere i diritti degli italiani. Porto il tricolore con orgoglio, però sto vedendo che chi dovrebbe dare l’esempio di sovranità italiana non lo sta dando”.

“Rappresento gli italiani”

Il riferimento è proprio al Presidente della Repubblica che, a causa della sua impopolare decisione di formare un governo neutrale guidato Cottarelli, in vista delle elezioni anticipate, è stato accusato di non fare gli interessi del popolo italiano. Diversi rappresentanti e militanti dei partiti di maggioranza hanno protestato contro Mattarella e la sua condotta, vista come una forzatura della volontà popolare espressa alle elezioni dello scorso marzo.

“Come ha detto qualcuno, purtroppo a malincuore mi sto accorgendo che sta decadendo la sovranità del popolo italiano. Io, per quanto riguarda il mio umilissimo pensiero, non ci sto. Sicuramente sono una piccola fetta di un’istituzione dello Stato. Però protesto perché credo ancora di rappresentare gli italiani”.

Molti sono stati gli italiani che, in queste ore, si sono sentiti rappresentati dalle parole del poliziotto siciliano e che hanno espresso la propria solidarietà nei suoi confronti. Il video è diventato virale sulla rete ed è stato condiviso con l’hashtag #iononcisto. Il tag si va ad aggiungere a #ilmiovotoconta con cui gli elettori della Lega e del M5S in queste ore stanno esprimendo il loro dissenso.

Dopo alcune ore, il video è stato rimosso da Facebook. Sarà sottoposto alle analisi della questura di Catania, per valutare la necessità di eventuali misure disciplinari nei confronti dell’agente. Sembra che l’uomo fosse consapevole di questa possibilità, dal momento che aveva accompagnato il video con queste parole: “Per la prima volta mi prenderò una denuncia”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Lisa Pendezza
Lisa Pendezza 2034 Articoli
Lisa Pendezza, nata nel 1994 a Milano. Laureata in Lettere con la passione per i viaggi, il benessere e la lettura, spera di riuscire a girare il mondo con una macchina fotografica in una mano e un romanzo nell'altra. Amante dei libri, si limita per ora a leggerne molti, con il sogno nel cassetto di scriverne uno.