×

Porti: nasce 'West Sicily Gate', Monti 'è il coronamento di un sogno' (4)

default featured image 3 1200x900 768x576

(Adnkronos) – Pasqualino Monti, nel suo intervento, ha ricordato quanto fatto nei quattro anni di gestione dell'Autorità portuale. "La nascita di questa società è diventata realtà attraverso un lavoro straordinario che è stato fatto da una squadra straordinaria, in termini di impegno e dedizione".

E fa un esempio: "La banchina Sammuzzo che poteva ospitare neanche un traghetto. Avevamo una struttura che era una fogna a cielo aperto invece di una banchina, con un traffico confuso". Mentre in questi anni sono stati fatti numerosi lavori. "Ricordo a tutti che la banchina Vittorio Veneto era sequestrata, la stazione marittima era pure sequestrata e noi abbiamo messo in sicurezza la banchina. Abbiamo consolidato la banchina Garibaldi – prosegue – Poi, vedere che la scorsa settimana sono arrivate le due ammiraglie, sia la Costa Firenze che la Msc è per me motivo di grande soddisfazione".

Poi annuncia che per il 2022 sono previsti 225 attracchi di navi da crociera. Di cui 176 di Costa e Msc, della Newco".

Beniamino Maltese, consigliere del CdA West Sicily Gate srl, Executive Vice President e C.F.O. di Costa Crociere, nel suo intervento ricorda: "Si parla tutti i giorni del Pnrr per fare ripartire questo paese, Palermo un pezzo di Pnrr lo ha già fatto, ce lo ha pronto con due anni di anticipo.

E' un evento che non riguarda solo Palermo ma tutto il paese. Perché voglio ricordare che l'Italia ha subito un crollo del Pil dell'8,9 per cento, dobbiamo tornare alla seconda guerra mondiale per avere dati simili. Come possiamo uscirne? La leva più importante è il turismo che ha perso quest'anno il 90 per cento del fatturato". "La seconda sfida è che non si debba andare dagli Stati Uniti solo a Venezia e Roma – dice – ma anche a Palermo".

Luigi Merlo, Consigliere del CdA West Sicily Gate srl e responsabile Relazioni istituzionali Gruppo MSC, ricorda che "è veramente difficile fare in quattro anni quello che il Presidente Monti ha fatto. Si è trattato soprattutto di cambiare una visione e dare una visione sulla portualità che va oltre la Sicilia. Il primo punto è il turismo. L'obiettivo è essere in competizione con la Spagna. La Sicilia può diventare il grande strumento per fare crescere in maniera esponenziale il turismo in questa regione". "E' una sfida molto importante in cui crediamo fortemente", dice ancora. E ricorda che il Pnrr punta molto sulla transizione "ecologica e digitale" e "noi stiamo facendo un grande sforzo". "Le navi da crociera – dice – sono già all'avanguardia, qui si sta già lavorando su questa frontiera".

Contents.media
Ultima ora